STORIA ROMANA
cod. 01009

Anno accademico 2018/19
1° anno di corso - Primo semestre
Docente
PAGLIARA Alessandro
Settore scientifico disciplinare
Storia romana (L-ANT/03)
Campo
Storia, filosofia, psicologia, pedagogia, antropologia e geografia
Tipologia attività formativa
Base
60 ore
di attività frontali
12 crediti
sede: PARMA
insegnamento
in ITALIANO

Obiettivi formativi

PREMESSA
Obiettivo del corso di Storia romana è fornire agli studenti gli strumenti critici per un approccio di base allo studio della parabola di Roma dalle origini alla «caduta senza rumore» della pars Occidentis: il modulo A porterà gli studenti a orientarsi sui principali temi e problemi della storia di Roma in specie in epoca arcaica e repubblicana; il modulo B condurrà gli studenti a orientarsi sui principali temi e problemi della storia di Roma in specie in epoca imperiale e tardoantica.

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE
Con la frequenza del corso di Storia romana lo studente acquisirà una conoscenza e una comprensione generale della storia politica, sociale e istituzionale del mondo romano dalla fondazione dell’Urbs alla ‘caduta’ della pars Occidentis dell’impero.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Il corso di Storia romana fornirà allo studente la strumentazione di base, critica e metodologica, necessaria per leggere e comprendere le diverse tipologie di fonti per lo studio della storia di Roma e quindi per applicare conoscenza e comprensione anche a temi non direttamente toccati nelle lezioni.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO
Nelle lezioni le diverse tipologie di fonti per lo studio della storia di Roma sono fatte interagire con i differenti aspetti della realtà storica: gli studenti potranno così sviluppare, per il momento a un livello di base, la loro autonomia di giudizio nella lettura dei testi antichi e nella interpretazione dei fatti storici.

ABILITÀ COMUNICATIVA
Alla fine del corso di Storia romana gli studenti avranno acquisito la capacità di esporre con chiarezza, verbalmente o per iscritto, contenuti di livello non specialistico relativi ai principali eventi e problemi della storia del mondo romano.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO
Alla conclusione del corso di Storia romana l’esperienza realizzata sul piano teorico e disciplinare dovrebbe fornire agli studenti gli strumenti metodologici e le capacità di apprendimento utili per la continuazione degli studi e/o per lo svolgimento di attività professionali di livello non specialistico.

Prerequisiti

Nessuno per il Modulo A. Il Modulo B è riservato solo a quanti abbiano completato il Modulo A.
Utile è la conoscenza scolastica delle lingue classiche.

Contenuti dell'insegnamento

STORIA ROMANA (MODULO A)
Il Modulo A (6 CFU = 30 ore di lezioni frontali) ha carattere istituzionale e propedeutico ed è destinato sia agli studenti che frequentano il corso da 6 CFU che quello da 12 CFU (→ N.B. Il modulo A è comune per tutti i Corsi che mutuano Storia romana da 6 CFU). In questo modulo si alterneranno lezioni a carattere evenemenziale, centrate sulla storia politica e militare dalla fondazione dell’Urbs alla ‘caduta’ della pars Occidentis (754/3 a.C. - 476 d.C.), ad altre relative a grandi temi di cronologia, geografia storica, economia, religione, diritto, epigrafia e storiografia. Attraverso lo studio di un’antologia di testi letterari ed epigrafici, e di materiali figurati saranno trattate: a) le principali problematiche politiche, sociali ed economiche del mondo romano; b) le fonti, gli strumenti e le metodologie che consentono di costruire la storia di Roma in epoca repubblicana e imperiale, nonché le linee di fondo della storia della storiografia romana.

STORIA ROMANA (MODULO B)
Il Modulo B (30 ore = 6 CFU, comprensive di lezioni frontali, esercitazioni in classe con gli studenti e partecipazione a seminari) è destinato solo agli studenti che frequentano il corso da 12 CFU. Questo modulo avrà carattere seminariale e sarà centrato sulla lettura e commento delle Res gestae divi Augusti.

Programma esteso

- - -

Bibliografia

A) STORIA ROMANA - MODULO A (6 CFU):

1. G. GERACI - A. MARCONE, Storia romana, con la collaborazione di A. Cristofori e C. Salvaterra, IV edizione, Milano, Le Monnier Università, 2016;
2. Materiale didattico illustrato a lezione (disponibile sulla piattaforma Elly).

→ SOLO gli studenti NON FREQUENTANTI e quanti iscritti a sostenere l'esame di Storia romana - Modulo A (6 CFU) come CORSO SINGOLO, aggiungeranno alla bibliografia precedente questo volume:

• G. POMA, Le istituzioni politiche del mondo romano, seconda edizione, Bologna, Il Mulino, 2010.

→ N.B. Il programma del modulo A è valido per tutti i Corsi che mutuano Storia romana da 6 CFU.

============================================

B) STORIA ROMANA - MODULO B (6 CFU):

1. P. ARENA (a c. di), Augusto. Res gestae / I miei atti, Bari, Edipuglia, 2014;
2. P. ARENA - A. MARCONE, Augusto e la creazione del Principato. La questione dinastica, Milano, Le Monnier Università, 2018;
3. Materiale didattico illustrato a lezione (disponibile sulla piattaforma Elly).

→ SOLO gli studenti NON FREQUENTANTI aggiungeranno alla bibliografia precedente questo volume:

4. P. ZANKER, Augusto e il potere delle immagini, Torino, Einaudi, 1989 (o successive ristampe)

============================================

C) STORIA ROMANA - MODULI A + B (12 CFU) [programma alternativo per esame sostenuto in unico colloquio]:

1. G. GERACI - A. MARCONE, Storia romana, EDITIO MAJOR, con la collaborazione di A. Cristofori, Milano, Le Monnier Università, 2017;
2. P. ARENA - A. MARCONE, Augusto e la creazione del Principato. La questione dinastica, Milano, Le Monnier Università, 2018;
3. Materiale didattico illustrato a lezione (disponibile anche sulla piattaforma Elly).

→ SOLO gli studenti NON FREQUENTANTI e quanti iscritti a sostenere in unico colloquio l'esame di Storia romana - Moduli A + B (12 CFU) come CORSO SINGOLO aggiungeranno alla bibliografia precedente questi DUE volumi:

4. G. POMA, Le istituzioni politiche del mondo romano, seconda edizione, Bologna, Il Mulino, 2010;
5. P. ZANKER, Augusto e il potere delle immagini, Torino, Einaudi, 1989 (o successive ristampe).

============================================

N.B. Vivamente consigliata per TUTTI gli studenti è la consultazione di un atlante storico del mondo antico. A titolo meramente orientativo si segnalano:

• M. BARATTA-P. FRACCARO et al., Atlante storico, Novara, Istituto geografico De Agostini, 1979;
• H. BENGTSON-V. MILOJCIC, Großer historischer Weltatlas, I. Teil (Vorgeschichte und Altertum), München, Bayerischer Schulbuch-Verlag, 1978;
• R. J. A. TALBERT, Atlas of Classical History, London, Routledge, 1985

============================================

Metodi didattici

Lezioni frontali e di tipo seminariale, esercitazioni in biblioteca, relazioni guidate.

Modalità verifica apprendimento

La verifica avverrà in sede di esame finale. Essa consiste in un colloquio sulle diverse parti del programma, mirata a:
1) verificare la conoscenza delle linee sviluppo della storia romana dalle origini alla tarda antichità (da valutarsi sulla base del manuale in adozione), nonché dei temi approfonditi monograficamente (per gli studenti frequentanti, da valutarsi sulla base dei documenti considerati a lezione; per gli studenti non frequentanti, da valutarsi sulla base della bibliografia integrativa);
2) valutare la chiarezza espositiva, la proprietà di eloquio e l'appropriatezza delle risposte del candidato.

Una valutazione di insufficienza è determinata dalla mancanza di una conoscenza dei contenuti minimi del corso; dall’incapacità di esprimersi in modo adeguato all’argomento; dalla carenza di preparazione autonoma; dall’incapacità di risolvere problemi legati al reperimento di informazioni e alla decodifica di testi; nonché dall’incapacità di formulare giudizi in modo autonomo e di comunicare contenuti, analisi e giudizi in modo argomentato, competente e convincente sia a specialisti che a non specialisti. Una valutazione sufficiente (18-23/30) è determinata da un livello accettabile di performance da parte dello studente degli indicatori di valutazione sopraelencati; i punteggi medi (24-27/30) vengono assegnati allo studente che dimostri di possedere un livello più che sufficiente (24-25/30) o buono (26-27/30) degli indicatori di valutazione sopraelencati, i punteggi più alti (dal 28/30 al 30/30 e lode) vengono assegnati in base alla dimostrazione di un livello da ottimo a eccellente degli indicatori di valutazione sopraelencati.

Per gli studenti frequentanti è prevista la possibilità di anticipare la parte generale del programma a mezzo di test scritto facoltativo a risposte chiuse, fondato sul manuale in adozione (G. Geraci - A. Marcone, Storia romana, con la collaborazione di A. Cristofori e C. Salvaterra, IV edizione, Milano, Le Monnier Università, 2016) e somministrato a termine del primo modulo di 30 ore di lezione. Tale prova consterà di 60 quesiti a risposta chiusa (tipologie: 20 domande ad alternativa vero/falso; 20 domande a completamento; 20 domande a risposta multipla) da eseguirsi in 60 minuti con la seguente valutazione: a) risposta corretta = 0.5 punti; b) risposta errata o nulla = 0 punti. Il test si intende superato, ove il candidato risponda correttamente a 36 quesiti su 60: la valutazione del test, a scelta dello studente, concorrerà nella misura del 50% alla valutazione complessiva dell’esame, da concludersi in sede di orale. Qualora nel test scritto facoltativo lo studente si trovi a conseguire una valutazione ritenuta non soddisfacente, potrà scegliere di rinunciarvi e ripeterà in sede di orale anche la verifica delle conoscenze sulla parte generale del programma.

Altre informazioni

- - -