Tesi di laurea / Prova finale

Inserisci un breve testo introduttivo

Domanda di Laurea

La procedura per presentare la domanda per l’ammissione a sostenere l’esame di laurea è esclusivamente on line.

questa pagina del sito dell’Università di Parma è possibile leggere tutte le istruzioni complete sulla compilazione della domanda.

Appelli di Laurea

In questa pagina del sito del Dipartimento DUSIC è possibile leggere le informazioni riguardanti le sessioni e le scadenze degli appelli di laurea.

Caratteristiche della prova finale

La prova finale, che porta all'acquisizione di 6 CFU, consiste nell'elaborazione di un testo, coerente e adeguatamente argomentato, su un tema attinente il percorso di studi, ovvero relativo a uno degli insegnamenti previsti nel piano di studi dello studente, e concordato dallo studente con un docente relatore.

Nell'elaborazione della prova finale il candidato dovra dimostrare di saper scegliere il registro linguistico adatto all'uso appropriato degli strumenti teorici e dei metodi della ricerca scientifica.

La valutazione della prova finale avviene mediante l'attribuzione di un punteggio su base 110.

Modalità di svolgimento della prova finale

La prova finale consiste nella valutazione da parte di una Commissione dell'elaborato scritto svolto dallo studente sotto la supervisione di un relatore.
La Commissione, formata da un minimo di 5 membri come previsto dal Regolamento Didattico di Ateneo e presieduta di norma dal Presidente di Corso, ascolta la presentazione dell'elaborato effettuata dal relatore e dall'eventuale correlatore e valuta con essi il raggiungimento degli obiettivi del CdS da parte dello studente.

Nella prova finale lo studente dimostra di avere acquisito:
. conoscenze approfondite relative alla lingua, letteratura e cultura oggetto della prova finale;
. capacità di comprensione di testi e fenomeni culturali complessi appartenenti alla lingua, letteratura e cultura oggetto della prova finale;
. capacità di analisi, risoluzione di problemi e formulazione di giudizi criticamente motivati;
. capacità di rielaborare e applicare le conoscenze e competenze acquisite durante il Corso di Studi nella sua articolazione, così come esposta al punto A4.b;
. un grado di autonomia che consenta di organizzare, sviluppare e concludere un progetto tramite l'utilizzo di risorse bibliografiche e documentali specifiche dell'insegnamento oggetto dell'elaborato;
. capacità di comunicare in modo efficace e competente sia in italiano che in lingua straniera;
. capacità di acquisire nuove conoscenze e sviluppare nuove abilità in modo autonomo.

Nella valutazione della prova finale, la Commissione tiene conto del curriculum complessivo dello studente, dell'elaborato scritto presentato, che dovrà dimostrare il livello raggiunto nella capacità di applicare le conoscenze acquisite, e può aggiungere sino a un massimo di sette punti al punteggio calcolato in base alla media conseguita dal candidato negli esami di profitto.

La prova finale, che porta all'acquisizione di 6 CFU, consiste nell'elaborazione di un testo di ampiezza compresa tra 15 e 20 pagine (di 2000 battute ciascuna), coerente e adeguatamente argomentato, su un tema attinente il percorso di studi, ovvero relativo a uno degli insegnamenti previsti nel piano di studi dello studente.

Nella fase di stesura dell'elaborato lo studente, sotto la guida del docente titolare dell'insegnamento (relatore), individua l'argomento di studio e analisi, reperisce materiali e documentazione sviluppando e rafforzando competenze relative alla ricerca bibliografica in biblioteche e archivi (sia tradizionali sia digitali, anche tramite l'acquisizione della Bibliopatente rilasciata dal Servizio Web dell'Unità di Lingue), imposta, articola e svolge il progetto di lavoro.

Modalità di svolgimento della prova finale [attenzione: vedi modifiche per gli studenti immatricolati dal 2020-21 nel paragrafo seguente]

La prova finale consiste in un elaborato scritto adeguato alla quantità di crediti formativi richiesti, su un argomento relativo a un insegnamento presente nel piano di studi del laureando e che sia collegato con almeno una delle lingue o letterature studiate e di cui abbia sostenuto l'esame.

È data possibilità al laureando di redigere l'elaborato scritto in una delle lingue straniere studiate.
Lo studente, in accordo con il relatore, potrà scegliere se redigere l’elaborato in lingua o in italiano; qualora venisse scelto l’italiano, una parte, concordata con il relatore (2000-4000 caratteri) sarà in lingua e, viceversa, se la prova sarà scritta in lingua straniera, la parte di 2000/4000 caratteri dovrà essere redatta in italiano; si fa presente che farà parte della valutazione anche la qualità linguistica dell'elaborato.

Il CdS provvede al rilascio, su richiesta degli interessati, del documento redatto in doppia lingua (Diploma Supplement), contemplato dall'art.3, comma 4, del Regolamento Didattico di Ateneo, integrativo del titolo di studio ufficiale. Il Diploma Supplement fornisce una descrizione della natura, del livello, del contesto, del contenuto e dello status degli studi effettuati e completati dallo studente.

Modifica Prova Finale

Si avvisa che è stata introdotta una nuova modalità di svolgimento della prova finale e questo modifica riguarderà la coorte di studenti immatricolati a partire dal 2020/21 -e successive coorti- e trova quindi applicazione a partire dalla prima seduta utile dell’a.a. 2022/23.

Quindi, la nuova modalità si applica A PARTIRE DALLA SESSIONE DI LUGLIO 2023.

Qui di seguito sono riportate le modifiche, oltre alle modalità di svolgimento della valutazione e della proclamazione:

a) lunghezza della prova finale: riduzione dagli attuali 60.000 a 30.000 caratteri minimi/max 40.000;
b) tipologia di prova: lo studente potrà scegliere tra:
 1 un’analisi testuale (close reading) di un estratto di 3-4 pagine;
 2 un breve saggio di ambito linguistico, letterario o culturale:

  • per l’ambito letterario e culturale: su un tema specifico partendo da un testo (o più testi, se si tratta di poesie brevi);

  • per lingua e traduzione: su un argomento specifico.

 3 un lavoro di traduzione, con le seguenti opzioni: a) traduzione interlinguistica di 3-4 pagine di un testo inedito (prosa o versi), accompagnata da un commento; b) commento di una traduzione intralinguistica o di una traduzione intersemiotica; c) analisi comparativo-contrastiva di due traduzioni di un testo.

c) Lo studente, in accordo con il relatore, potrà scegliere se redigere l’elaborato in lingua o in italiano. Qualora si optasse per l’italiano, una parte, concordata con il relatore (2000-4000 caratteri) sarà in lingua e, viceversa, se la prova sarà scritta in lingua straniera, la parte di 2000/4000 caratteri dovrà essere redatta in italiano.

d) Eliminazione della discussione finale. Si mantiene solo la proclamazione.

e) la commissione di laurea si riunisce nella settimana dedicata alle tesi e valuta gli elaborati, approntando i verbali e decidendo il punteggio da assegnare agli elaborati. La valutazione avviene in assenza del candidato. La figura del correlatore non è più obbligatoria.

f) La proclamazione avverrà un giorno appositamente designato (all'interno del periodo di sessione di laurea), alla presenza di una commissione composta da tre docenti, di cui uno nominato Presidente.

 

Modulistica laureandi

Il Corso di Lingue ha una specifica procedura di laurea, che comprende la compilazione del modulo A14, oltre alle altre pratiche da completare presso la Segreteria Studenti.

I candidati laureandi devono compilare la domanda di laurea con modalità on line entro le scadenze fissate per ciascuna sessione e consegnarla, unitamente alla restante modulistica, di persona agli sportelli della Segreteria studenti dei corsi di laurea di indirizzo umanistico (Via D’Azeglio, 85).

Si consiglia di non portarsi agli ultimi giorni sia per la compilazione della domanda sia per la consegna dei documenti.

Si precisa che la documentazione deve essere COMPLETA e che non è possibile spedirla. Questo perchè al momento della presentazione agli sportelli la Segreteria provvede al controllo della posizione rispetto alle tasse universitarie e al piano di studi con gli esami.

IMPORTANTE 
Prima di procedere con la compilazione della domanda di laurea on line lo studente deve essere in possesso del modulo Autorizzazione alla presentazione della tesi di laurea (MOD. A50) firmato dal relatore, che contiene dati indispensabili per la compilazione on line. Elenco modulistica da compilare e presentare tutta insieme alla Segreteria Studenti:

  • Istruzioni (MOD. A15/3/IND-UM) con modalità di consegna, scadenze e indicazioni su copie e formati di stampa
  • Autorizzazione (MOD. A50) del relatore (in duplice copia), compilata in ogni parte e in modo leggibile soprattutto per quanto riguarda il nome del relatore e il nome del o dei correlatori.
  • Domanda di laurea (compilazione on line e stampa per consegna in Segreteria studenti)
  • Ricevuta tassa pergamena e bolli (scaricabili dalla procedura on line durante la compilazione della domanda)
  • Ricevuta di compilazione del questionario Alma Laurea
  • Norme di comportamento da tenersi da parte dei candidati e dei loro familiari, durante le sedute di laurea (MOD. A/44)

SOLO PER I LAUREANDI DEI CORSI DI LAUREA DELL'UNITÀ LINGUE

laureandi possono reperire i materiali utili per la stesura della tesi e le norme redazionali alla seguente pagina Ellyhttps://elly2020.dusic.unipr.it/course/view.php?id=351 (nota di aggiornamento 09 ottobre 2020)

ATTENZIONE: per delibera del Consiglio di Corso a partire dalla coorte di iscritti dell’a.a. 2020-2021 (prima sessione di laurea valida estate 2023) la frequenza dei due corsi base di information literacy Infopatente [https://learn.eduopen.org/eduopenv2/course_details.php?courseid=438] e Bibliopatente [https://learn.eduopen.org/eduopenv2/course_details.php?courseid=439] sarà parte integrante a frequenza obbligatoria della stesura dell’elaborato di laurea e concorrerà all’attribuzione dei relativi CFU.
I due corsi base possono essere liberamente svolti sulla piattaforma EduOpen in qualsiasi momento del percorso di studi, si consiglia comunque di svolgerli entro il secondo anno e non troppo a ridosso della fase di scrittura della tesi seguendo la procedura di iscrizione indicata al link https://dusicdigilab.unipr.it/74-2. Gli attestati dovranno essere conservati con cura fino al loro caricamento su Esse3 nell'area dedicata alla domanda di conseguimento titolo accessibile a partire dal terzo anno di corso.
La frequenza del corso di approfondimento Bibliopatente avanzato resterà come per tutti gli iscritti consigliata ma facoltativa ed abbinata, previo superamento di verifica finale individuale, all’attribuzione dei punti di arrotondamento del voto di uscita previsti da delibera del Consiglio. La verifica finale individuale dovrà essere svolta solo da chi frequenta il corso Bibliopatente avanzato e desidera riscattare i punti di merito. Per i dettagli vedi: https://dusicdigilab.unipr.it/regolamento-disposizioni-consiglio-corso/.

Per tutti gli studenti immatricolati prima del 2020, indipendentemente dalla sessione di laurea, i corsi restano consigliati ma non obbligatori.

Presentazione del titolo della tesi (MOD. A/14) da inviare solo per email (dusic.lingue@unipr.it) in una unica copia firmata dal relatore almeno tre mesi prima della discussione alla Segreteria Didattica di Viale S. Michele 9.
NOTA BENE: alla Segreteria Didattica non va consegnata alcuna copia della tesi.

  • Attenzione: gli Studenti che hanno provveduto alla consegna del modulo Mod. A/14, per la sessione di laurea prescelta, non dovranno depositare nuovamente tale modulo in Segreteria se non riuscissero* a laurearsi (es: passando dalla sessione Estiva a quella Autunnale o Straordinaria).
     

*: si sottolinea che i moduli in questione dovranno essere riportati alla Segreteria esclusivamente nel caso in cui venisse cambiato il Relatore.

Calcolo della media

La media che viene inviata alla Commissione il giorno della laurea, per tutti i corsi del nuovo ordinamento (cioè laurea Triennale + laurea Magistrale) è la media ponderata dei voti conseguiti. Il procedimento per calcolare la vostra media ponderata consiste nel:

  • moltiplicare il voto di ogni esame per il numero di crediti dell’esame stesso;
  • sommare i risultati delle moltiplicazioni;
  • dividire per il numero di crediti.

Il Corso di Lingue calcola i cfu conseguiti con gli esami che danno diritto ad una votazione finale, quindi si moltiplicheranno tutti i voti degli esami per i cfu corrispondenti e si dividerà per il numero totale di crediti delle prove d’esame con votazione finale. Il risultato sarà la media ponderata in base 30. Il sistema Esse3 aggiorna di volta in volta la media dei voti conseguiti (che lo studente può visualizzare nella propria area-personale), ma la media sarà corretta solo dopo il superamento di tutti gli esami.

Esempio:
esame 1, voto 28, cfu 12 = 28*12 = 336
esame 2, voto 24, cfu 6  = 24*6 = 144
esame 3, voto 30 e lode, cfu 9 = 30*9 = 270
media ponderata di questi voti = 336+114+270 / 12+6+9 = 750/27 = 27.777

Note:

  • le lodi non aggiungono punteggio al voto (30) conseguito, quindi 30 e lode = 30;
  • la commissione di laurea decide quali eventuali ulteriori punti aggiuntivi assegnare alla media ponderata di partenza. A partire dalla sessione di Laurea estiva 2020 gli studenti che supereranno con esito sufficiente (votazioni a partire da 60/100) la prova di verifica finale del percorso INFODOCPASS (EduOpen) + BIBLIOPATENTE2 (Elly) avranno diritto a un punto di merito per l'arrotondamento in positivo del punteggio assegnato dalla Commissione di Laurea all’elaborato finale. In caso di valutazione della verifica uguale o superiore a 85/100 saranno assegnati dalla Commissione due punti di arrotondamento sulla valutazione dell’elaborato
  • la media ponderata è calcolata fino al terzo decimale senza arrotondamenti.