METODI E TECNICHE DEL SERVIZIO SOCIALE 1
Partizione: Cognomi M-Z

Anno accademico 2023/24
2° anno di corso - Primo semestre
Docente
- Tania PRANDI
Settore scientifico disciplinare
Sociologia generale (SPS/07)
Field
Ambito aggregato per crediti di sede
Tipologia attività formativa
Caratterizzante
36 ore
di attività frontali
6 crediti
sede: PARMA
insegnamento
in ITALIANO

Obiettivi formativi

Il corso, di durata semestrale, è collocato al secondo anno del percorso di studi, anno in cui lo studente si troverà ad affrontare anche il primo periodo di tirocinio pratico, e pertanto mira a trasmettere "l'oggettività del sapere professionale", fissando le basi portanti sopra le quali si potrà esplicitare "l'agire libero" degli Assistenti Sociali.
L'aspettativa è che, al termine del corso, lo studente sia in grado di:
1.Sapere "cosa fa in concreto l'Assistente Sociale";
2.Conoscere il lavoro sul campo e le sue attinenze con leggi e regolamenti;
3.Comprendere come realizzare ciò che è formalizzato nelle norme;
4. Acquisire una tecnicità di base utile a togliere preoccupazione rispetto a possibili errori e/o omissioni procedurali;
5. Essere in grado di condurre un colloquio, utilizzando strategie e tattiche da applicare nei diversi contesti di aiuto.

Prerequisiti

- - -

Contenuti dell'insegnamento

In base agli obiettivi fissati, i principali contenuti del corso sono così sintetizzabili:

1. Il Metodo nel servizio sociale. Il procedimento metodologico: obiettivi, peculiarità e fasi
2. Interventi dell'Assistente Sociale nei contesti di lavoro di lavoro istituzionali e nelle differenti aree dei servizi sociali:
- servizi territoriali: interventi per bisogni di base, disagio, povertà e emarginazione;
- servizi per persone non autosufficienti o con disabilità: percorsi di aiuto e protezione legale;
- servizi per minori e famiglie: percorsi di aiuto, rapporti con l'Autorità Giudiziaria, protezione dei minori e delle donne vittime di violenza, minori devianti e percorso penale;
- servizi per persone con problemi di dipendenza, salute mentale.
3. Gli strumenti di lavoro dell'Assistente Sociale:
- Il colloquio: strategie di conduzione del colloquio, il colloquio nel processo metodologico e nei diversi contesti di riferimento;
- La documentazione;
- La visita domiciliare;
- Le riunioni e il lavoro di équipe
- La relazione professionale
- La supervisione

Programma esteso

- - -

Bibliografia

1. "Linee guida e procedure di servizio sociale", di Raineri M. L., Corradini F., ed. Erickson, 2022

cap. 3 Interventi rivolti a persone con difficoltà di reddito e alloggio. Solo i paragrafi:
I contributi economici erogati dai comuni
la valutazione della situazione economica: ISEE
edilizia residenziale pubblica
la definizione della residenza anagrafica delle persone senza fissa dimora 
accompagnamento ad adulti in difficoltà nell'accesso a servizi specialistici 
cap. 4 Interventi per persone non autosufficienti o con disabilità (1): il percorso di aiuto
cap. 5 Interventi per persone non autosufficienti e con disabilità (2): protezione legale
cap. 8 Interventi per difficoltà legate a rapporti di coppia gravidanza nascita. Solo il paragrafo
la violenza familiare e gli interventi a protezione delle vittime
cap. 10 Tutela minori (1): il percorso di aiuto
cap. 11 Tutela di minori (2): rapporti con l'autorità giudiziaria
cap. 16 Interventi per problemi di dipendenza
cap. 18 Interventi nell'ambito della salute mentale 

2. "Il servizio sociale. Strumenti, attori e metodi", di Perino A., ed. FrancoAngeli
Cap. 3 (pagg. 83-110)
Cap. 4 (pagg. 111-145)

3. "Il colloquio psico – sociale nei servizi per i minori e per la famiglia”, di Gallina M. e Mazzucchelli F., FrancoAngeli ed.
cap. 4 il colloquio col bambino
cap. 5 il colloquio con l'adolescente

5. Altro materiale didattico e slide a supporto dei contenuti delle lezioni, che sarà pubblicato in Elly nella pagina dedicata all’Insegnamento.
Tali testi e materiali sono da considerarsi obbligatori relativamente all’esame finale.

Metodi didattici

La metodologia didattica sarà di tipo dialogico-interattiva, alternando LEZIONI frontali teoriche a STUDI DI CASI, LAVORI DI GRUPPO con ESERCITAZIONI PRATICHE, SIMULAZIONI E ROLE PLAYING, in particolare sulla conduzione del colloquio di aiuto.
Il corso sarà integrato da SEMINARI di approfondimento condotti da esperti esterni, Assistenti Sociali o professionisti di altre Istituzioni appartenenti alla rete dei servizi pubblici e del Terzo Settore, al fine di approfondire le conoscenze ma anche le aspettative legate al ruolo e all'operatività dell’Assistente Sociale nei diversi contesti di intervento.

Modalità verifica apprendimento

La modalità di valutazione degli obiettivi raggiunti avverrà attraverso
una prova SCRITTA (quiz a risposta multipla) con n. 31 domande, che riguarderà tutti gli argomenti trattati durante le lezioni e contenuti nella bibliografia, volta a valutare lo studio e l'apprendimento delle nozioni teorico/pratiche. La prova ha durata di 1 ora. Ogni domanda vale 1 punto, per un totale massimo di 31 punti (30 e lode). Lo studente dovrà rispondere obbligatoriamente a tutte le domande.
Per studenti Erasmus e con bisogni speciali la durata della prova sarà di 1h e 20 minuti.

Altre informazioni

- - -