LETTERATURA ITALIANA
cod. 18142

Anno accademico 2020/21
3° anno di corso - Secondo semestre
Docente
CATELLI Nicola
Settore scientifico disciplinare
Letteratura italiana (L-FIL-LET/10)
Campo
Attività formative affini o integrative
Tipologia attività formativa
Affine/Integrativa
60 ore
di attività frontali
12 crediti
sede: PARMA
insegnamento
in ITALIANO

Obiettivi formativi

L’insegnamento di Letteratura italiana (12 cfu) ha l’obiettivo di far acquisire una buona conoscenza degli autori e delle opere principali, dei generi e dei fenomeni stilistico-formali, dei temi e dei contenuti ideologici che caratterizzano la storia letteraria italiana, dalle Origini al Novecento, fornendo allo stesso tempo gli strumenti essenziali per la lettura critica dei testi letterari in lingua italiana. In particolare, attraverso la partecipazione alle lezioni e lo studio dei materiali didattici, studentesse e studenti potranno:
- acquisire conoscenze relative ad autori, opere, generi letterari e movimenti principali della storia della letteratura italiana;
- apprendere metodologie per l’analisi degli aspetti retorico-formali, tematici e storico-culturali di testi complessi;
- apprendere a commentare in maniera puntuale, informata, argomentata le opere presentate a lezione, a istituire motivate correlazioni tematiche, formali e culturali fra opere differenti, a contestualizzare singole opere e autori all’interno di un periodo storico;
- apprendere a discutere in modo adeguato, con efficacia e proprietà linguistica, con attenzione al lessico tecnico e con autonomia di giudizio, i contenuti specifici dell’insegnamento e le opere considerate a lezione.

Prerequisiti

Buona conoscenza della lingua italiana e una conoscenza scolastica della letteratura italiana.

Contenuti dell'insegnamento

L’insegnamento è suddiviso in due moduli.

Modulo A
Le lezioni del primo modulo avranno un carattere introduttivo e saranno dedicate da un lato all’approfondimento di alcune questioni di teoria letteraria, dall’altro alla lettura di alcuni ‘classici’ italiani: l’Inferno di Dante, l’Orlando furioso di Ariosto e il Giorno di Parini. La lettura diretta e commentata di ampie parti di queste opere permetterà di illustrare i principali aspetti formali e tematici di queste tre differenti forme di poema, e consentirà inoltre di inquadrare i caratteri generali dei rispettivi contesti storico-culturali e di mostrare specifiche metodologie di analisi testuale.

Studentesse e studenti dovranno acquisire, consolidare e approfondire le conoscenze relative ad autori, opere, generi e periodi storico-culturali che caratterizzano la letteratura italiana, dalle Origini al Novecento, attraverso lo studio di un manuale di storia letteraria con antologia di testi.


Modulo B
Cose di lavoro – Le lezioni del secondo modulo avranno un carattere monografico e saranno dedicate al tema del lavoro nella letteratura italiana del Novecento. In particolare, i testi proposti in lettura e commentati a lezione saranno accomunati dalla riflessione sulla relazione tra le persone impegnate nel lavoro e gli oggetti coinvolti nel processo di lavorazione (strumenti e prodotti), e sulla reificazione dell’individuo e del tempo individuale.

Programma esteso

- - -

Bibliografia

Il programma dettagliato e i riferimenti bibliografici saranno indicati all’inizio delle lezioni.

Metodi didattici

L’insegnamento prevede sia lezioni frontali, accompagnate dalla proiezione di immagini e brevi filmati, sia lezioni di carattere seminariale (ad esempio dedicate alla discussione di materiali testuali e audiovisivi forniti preventivamente dal docente attraverso il portale Elly).

Studentesse e studenti sono caldamente invitate/i a partecipare attivamente alle lezioni, intervenendo con domande e osservazioni relative agli argomenti considerati.

Maggiori informazioni sulle modalità di svolgimento delle lezioni in relazione all’evoluzione dell’emergenza sanitaria verranno fornite prima dell’inizio dell’insegnamento.

Modalità verifica apprendimento

Al termine del corso è prevista una verifica finale in forma scritta (per il modulo A) e orale (per il modulo B) che ha l’obiettivo di permettere al docente di valutare: a) la conoscenza delle linee essenziali della storia della letteratura italiana, dei suoi principali fenomeni metrici e retorici, dei generi e delle opere principali; b) la capacità di leggere e interpretare testi complessi; c) il grado di autonoma rielaborazione dei contenuti delle lezioni e della bibliografia; d) l’acquisizione di un’adeguata capacità di espressione in lingua italiana scritta/orale in relazione ai contenuti dell'insegnamento, secondo parametri di correttezza grammaticale, coerenza argomentativa, ampiezza e pertinenza lessicale, utilizzo della terminologia tecnica.

La prova scritta è normalmente articolata in tre sezioni: 1) parafrasi e breve commento di un brano poetico; 2) domande specifiche sui contenuti dell'insegnamento che prevedono sia risposte a scelta multipla, sia risposte sintetiche in forma discorsiva; 3) svolgimento di un tema o saggio breve di argomento storico-letterario, con possibilità di scelta fra 2-3 opzioni indicate dal docente (ad esempio: illustrazione della produzione letteraria di un autore, presentazione dei caratteri di un periodo storico-letterario o di un genere letterario ecc.).

A ciascuna sezione è assegnato un punteggio adeguato alla complessità e all’estensione dei quesiti; i singoli parametri di valutazione verranno esplicitati all’inizio della prova. Il voto dell’esame, espresso in trentesimi, è dato dalla somma dei punteggi di ciascuna sezione. Lo studente dovrà sostenere anche una prova orale nel caso in cui l'esito della prova scritta non sia del tutto sufficiente o non permetta al docente di valutare la preparazione in relazione ad alcuni macro-argomenti del programma.

Sul portale Elly si possono trovare alcuni esempi di prova d'esame.

La prova è considerata insufficiente nel caso in cui manchino la conoscenza minima dei contenuti del corso, la capacità di rielaborazione autonoma, la capacità di comprensione e analisi basilare dei testi letterari, un’adeguata capacità espressiva e argomentativa, nonché nel caso di gravi errori linguistici. Una valutazione sufficiente (18-23/30) è determinata dall’acquisizione dei contenuti minimi del corso e da un livello basilare di rielaborazione autonoma (compresa la capacità di istituire semplici collegamenti fra le opere analizzate a lezione), dall’acquisizione di una minima capacità di analisi testuale e di una padronanza non solida della lingua italiana. Allo stesso modo, i punteggi medi (24-27/30) vengono assegnati alla studentessa e allo studente che dimostrino di possedere un livello più che sufficiente (24-25/30) o buono (26-27/30) degli indicatori di valutazione sopraelencati, mentre i punteggi più alti (dal 28/30 al 30/30 e lode) vengono assegnati in base alla dimostrazione di un livello da ottimo a eccellente. In particolare, viene assegnata la lode alle prove che raggiungono il punteggio massimo in ciascuna sezione e che mostrano, nello svolgimento del saggio breve, una eccellente capacità espressiva e argomentativa.

Altre informazioni

Studentesse e studenti sono invitate/i a consultare regolarmente la pagina di Letteratura italiana all’interno del portale Elly 2020/2021 e gli avvisi presenti sulla pagina docente.