Modalità di iscrizione e scadenze

Il Corso di Laurea magistrale a ciclo unico in GIURISPRUDENZA è a libero accesso.

Requisiti accesso

Per essere ammesso al Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza, lo studente/la studentessa deve aver conseguito un diploma di Scuola secondaria di secondo grado o altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo.
La preparazione iniziale dello studente/della studentessa è valutata considerando il profitto conseguito nel Corso degli studî di Scuola secondaria superiore. È considerato idoneo, e quindi sufficientemente preparato a frequentare con profitto il Corso di Laurea, chi abbia conseguito il diploma di scuola secondaria superiore con un punteggio di almeno 70/100 (o 42/60).

A tutti gli studenti e le studentesse, il Corso di Laurea offre e raccomanda un corso integrativo propedeutico, per l’approccio allo studio delle materie giuridiche e per l’acquisizione di competenze trasversali.

Dell'organizzazione del corso propedeutico per l'a.a. 2022/2023 sarà data tempestiva notizia negli avvisi e in questa pagina.

Periodo per le iscrizioni - Manifesto degli studi

Periodi per effettuare la procedura di immatricolazione/iscrizione:

  • Immatricolazione: dalle ore 18.00 del 7 luglio 2022 alle ore 12.00 del 23 settembre 2022;
  • iscrizione anni successivi al primo: dal giorno 5 settembre – 11 novembre 2022;
  • passaggi e trasferimenti in ingresso: fino al 21 ottobre 2022;
  • trasferimenti in uscita: fino al 31 dicembre 2022

(studenti/studentesse Extra UE ammissibili n. 10 di cui 3 di nazionalità cinese Progetto Marco Polo)

Tutte le informazioni dettagliate sulla procedura di immatricolazione sono disponibili nel Manifesto degli Studi 2022/2023.

Prova di accertamento per studenti con voto di maturità inferiore a 70/100 (o a 42/60)

Le matricole che abbiano conseguito il diploma di scuola media secondaria superiore con una votazione inferiore a 70/100 (o a 42/60) sono sottoposte a una verifica preliminare della loro preparazione, salve le eccezioni previste. Nel caso di mancato superamento delle prove previste o di mancato assolvimento degli obblighi formativi aggiuntivi (OFA) entro il primo anno di Corso lo/a studente/ssa non potrà comunque sostenere esami.

La prova di accertamento ha carattere non selettivo, ma è obbligatoria. Non è prevista la formazione di graduatoria; la prova può essere “superata” oppure “non superata”.

Le date, la modalità di svolgimento e altre informazioni sono indicate nella pagina "Test non selettivo"

Riconoscimento degli studi pregressi

Gli studenti e le studentesse con carriere pregresse e studi universitari già compiuti in Italia e all’estero che si iscrivono al Corso di laurea in Giurisprudenza possono richiedere il riconoscimento di tali attività.

Per maggiori informazioni vedi → Trasferimenti e passaggi