Il Corso di Studio in Breve

Oggi più che mai, i consumatori risultano consapevoli, attenti ed esigenti verso alimenti con caratteristiche qualitative specifiche, decidendo con più cura a quali prodotti concedere la propria fiducia. 

La scelta della destinazione d’uso, così come la valutazione delle caratteristiche qualitative della materia prima, sono quindi azioni complesse ma estremamente importanti ai fini di un suo uso sostenibile. 

Infatti, la valutazione della qualità della materia prima ad uso alimentare risulta essere sempre più al centro dell'attenzione delle aziende alimentari che investono enormi risorse per l’innovazione e per figure specializzate che coniughino conoscenze tecnico-scientifiche a competenze professionali.  

Questo importante ruolo di valutazione della materia prima viene però attualmente ricoperto da personale con formazione non sempre specifica, con il rischio di compromettere così i processi produttivi del prodotto. 

Il nuovo corso di laurea ad orientamento professionale QUAM dell’Università di Parma, nasce proprio per formare, in stretta collaborazione con le aziende, figure professionali altamente specializzate e in grado di valutare correttamente la materia prima.  

QuAM, infatti, prevede un terzo del percorso in aula (per fornire le basi teorico - scientifiche), un terzo in laboratorio (per applicare le competenze acquisite) e un terzo presso le aziende per lo svolgimento di un tirocinio utile all’ingresso nel mondo del lavoro. 

La Laurea ad orientamento professionale QUAM (Classe L-P02), non solo garantirà l’esercizio della libera professione di Perito Agrario Laureato iscritto al Collegio, ma offrirà un immediato inserimento nel mondo lavorativo, portando così enormi vantaggi anche alle aziende che potranno migliorare i processi produttivi della materia prima in un’ottica di soddisfazione delle esigenze del consumatore. Le attività professionalizzanti erogate consentiranno di trovare occupazione in aziende pubbliche e private, nel settore dei servizi, nonché nella libera professione. Non sarà invece immediato il passaggio ad un diverso CdS di primo livello e non sarà consentito il proseguimento in una laurea magistrale, conformemente alla normativa vigente.