STORIA E TEORIA DEL PROGETTO
cod. 1009598

Anno accademico 2023/24
1° anno di corso - Primo semestre
Docente
Silvia BERSELLI
Settore scientifico disciplinare
Storia dell'architettura (ICAR/18)
Ambito
Formazione umanistica
Tipologia attività formativa
Base
30 ore
di attività frontali
3 crediti
sede: PARMA
insegnamento
in ITALIANO

Modulo dell'insegnamento integrato: DESIGN WITH FOOD

Obiettivi formativi

L’obiettivo primario del modulo è procurare i basilari strumenti storico-critici e interpretativi per l’analisi e la comprensione dei temi chiave del progetto e di alcuni tra i principali movimenti e protagonisti (1° descrittore di Dublino); strumenti da applicare per ideare e sostenere argomentazioni (2° descrittore), come richiesto in particolare dalle esercitazioni e nel corso dei seminari. Lo studente dovrà saper impiegare le conoscenze acquisite per formulare un autonomo giudizio critico (3° descrittore); utilizzare correttamente la terminologia specifica per comunicare il proprio pensiero critico e progettuale (4° descrittore); dimostrare di saper approfondire in maniera autonoma e originale gli argomenti studiati e leggere la complessità del progetto (5° descrittore).

Prerequisiti

- - -

Contenuti dell'insegnamento

Il modulo di Storia e teoria del progetto propone un avvicinamento alla disciplina organizzato per concetti basilari che permettono di spaziare dalla Rivoluzione industriale agli oggetti di oggi. Alcuni temi chiave come il colore, la forma, la connessione tra gli elementi o le tecniche di assemblaggio verranno investigati in una prospettiva cronologica ampia che fornisce allo studente i primi strumenti interpretativi e critici necessari a relazionarsi al mondo del progetto nella sua globalità: architettura, design del prodotto, grafica, comunicazione visiva. Il peculiare approccio interdisciplinare di questo corso integrato permette di assimilare le discipline umanistiche come strumenti interpretativi, ma anche operativi. Gli esempi selezionati e le esercitazioni proposte avvicineranno inoltre lo studente al mondo del food design, tema caratterizzante di questo corso di studi.

Programma esteso

Introduzione. Libri di testo, bibliografia delle singole lezioni e spiegazione delle eventuali esercitazioni

COLORE
I valori socio-culturali del colore
Design inglese dalla Rivoluzione industriale al Crystal Palace 1851. Owen Jones

FORMA
Arts and Crafts e William Morris
Charles R Mackintosh
Art Nouveau in Belgio e Francia

PIEGARE E TAGLIARE
Thonet
Vienna, la Secession e Adolf Loos
America: Shakers, Wright, Styling

ARTE E PROGETTO
Avanguardie artistiche
Espressionismo, Futurismo e Dada
Cubismo, Costruttivismo russo e De Stijl
Walter Gropius e la Bauhaus

Bibliografia

Gabriella D’Amato, Storia del design, Mondadori, Milano 2005 (e edizione successiva).
Renato De Fusco, Storia del design, Laterza, Roma-Bari 1985 (e edizioni successive).
Elena Dellapiana, Guido Montanari, Una storia dell’architettura contemporanea, UTET, Torino 2015.

E' opzionale lo studio di:
Fiorella Bulegato, Elena Dellapiana, Il design degli architetti in Italia. 1920-2000, Electa, Milano 2014.
Domitilla Dardi, Vanni Pasca, Manuale di storia del design, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo 2019.
Matteo Vercelloni, Breve storia del design italiano, Carocci, Roma 2008.

Ulteriori indicazioni bibliografiche verranno fornite in classe.

Metodi didattici

Lezioni ex cathedra con il supporto di immagini e video; esercitazioni che confluiscono in seminari tematici.

Modalità verifica apprendimento

Esame orale su tutto il programma (lezioni e bibliografia), con eventuale richiesta di elementari esemplificazioni grafiche e discussione su immagini.

Altre informazioni

- - -