Requisiti accesso

Per l'ammissione al corso di laurea occorre essere in possesso del titolo di scuola superiore richiesto dalla normativa in vigore o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo, nonché il possesso o l'acquisizione di un'adeguata preparazione iniziale. Poiché il Corso e a numero programmato e richiesto il sostenimento di un test di ammissione, specifico per questo Corso di laurea. La prova consiste nel rispondere a quesiti su 4 aree disciplinari (logica e matematica, comprensione verbale, cultura generale e cultura del progetto).

Le conoscenze richieste per l'accesso al corso di laurea, le relative modalità di verifica e gli eventuali obblighi formativi aggiuntivi da assolversi entro il primo anno del corso sono definiti nel regolamento didattico del corso di studio.

 

Modalità di ammissione

Il numero degli studenti ammissibili è definito annualmente dagli Organi di Governo in base alla programmazione locale, tenuto contro delle strutture e del rapporto studenti docenti.

Per l'immatricolazione al Corso di Studi è richiesto il sostenimento di un test di ammissione somministrato in più date, come indicato nelle pagine del sito dedicate all'orientamento.
Per l'accesso all'a.a. 2021/22, in relazione al perdurare della situazione di incertezza dovuta all'emergenza sanitaria da Covid-19, il test si svolgerà in modalità remota, secondo specifiche procedure che consentiranno agli studenti, residenti in Italia o all'estero, di svolgere la prova dalla propria abitazione.
Saranno eventualmente fissate una soglia minima per l'inserimento in graduatoria e una soglia superiore che garantisce l'immatricolazione.

I candidati con un punteggio inferiore potranno attendere la predisposizione della graduatoria finale, al termine di tutte le sessioni di test, oppure sostenere nuovamente il test in una o più sessioni successive. In questo caso il risultato dell'ultima prova annulla quello precedentemente acquisito.
L'immatricolazione sugli eventuali posti residui avverrà in ordine di graduatoria, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

La prova consiste nel rispondere a 42 quesiti in h. 1.30, i quesiti sono suddivisi in 4 sezioni relative a 4 diverse aree disciplinari: logica e matematica, comprensione del testo, cultura generale e cultura del progetto. I quesiti posti in quest'ultimo ambito servono a verificare l'attitudine ad affrontare in modo critico alcuni temi correlati all'attività del progetto. Senza richiedere conoscenze specifiche del corso di laurea, i quesiti tendono infatti ad accertare la sensibilità e l'interesse dei candidati verso le tematiche della sostenibilità ambientale e i 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile -- Sustainable Development Goals, SDGs dell'Agenda 2030 (come il ciclo di vita di prodotti/servizi e riduzione degli impatti ambientali per il perseguimento di uno Sviluppo Sostenibile), della cultura tecnologica (come le conoscenze sul come e sul perché si realizzano i prodotti in relazione al loro uso sociale e come comprendere il rapporto forma/funzione/materiali), della storia del progetto (come la storia dell'architettura, del design, della comunicazione visiva e della grafica e il saper collocare in una determinata fase storica-culturale edifici, prodotti e interventi grafici), e della rappresentazione (come la verifica dell'attitudine a mettere in relazione la spazialità degli oggetti con la loro rappresentazione - bidimensionale e tridimensionale - e a verificare requisiti minimi di conoscenza dei codici dei linguaggi grafico-tecnici).
Agli studenti immatricolati che non abbiano superato un punteggio minimo nel test di ammissione, punteggio comunicato con adeguato anticipo sulle pagine web degli Atenei , verrà attribuito un Obbligo Formativo Aggiuntivo (OFA) definito nelle delibere di dipartimento e reso noto anch'esso con adeguato anticipo e con le stesse modalità. Per agevolare il raggiungimento di una base di preparazione adeguata comune a tutti gli iscritti, indipendentemente dalla scuola superiore di provenienza, gli Atenei e i Dipartimenti organizzano attività formative propedeutiche (precorsi) e di recupero consistenti in lezioni nelle discipline matematiche su conoscenze di base preuniversitarie. Si rinvia al Regolamento didattico per ulteriori specifiche.
Gli studenti con titolo estero che intendono seguire il percorso in lingua italiana devono essere in possesso, all'atto dell'immatricolazione, di una certificazione di lingua italiana di livello almeno PLIDA B1 o certificazione equivalente.