ERMENEUTICA FILOSOFICA - (FE)
cod. 1011291

Anno accademico 2024/25
1° anno di corso - Primo semestre
Docente
Roberto FORMISANO
Settore scientifico disciplinare
Filosofia teoretica (M-FIL/01)
Ambito
Istituzioni di filosofia
Tipologia attività formativa
Caratterizzante
30 ore
di attività frontali
6 crediti
sede:
insegnamento
in ITALIANO

Obiettivi formativi


Apprendere i rudimenti teorici dell’ermeneutica filosofica e, attraverso la loro applicazione nell’analisi di testi scelti, sapersi orientare nel quadro più ampio del problema filosofico classico relativo al rapporto tra esperienza e sapere. Acquisire la conoscenza di concetti chiave del lessico filosofico contemporaneo.

Prerequisiti


Può risultare utile (ma non indispensabile) una buona conoscenza della storia della filosofia moderna (in particolare Hume, Kant, Hegel) e della filosofia contemporanea (prima metà del Novecento) con attenzione alla fenomenologia ed all’esistenzialismo.

Contenuti dell'insegnamento


Nella prima parte del corso sarà presentato, nei suoi caratteri generali, il progetto di una ontologia fenomenologica in chiave ermeneutica, così come introdotto da Heidegger in Essere e tempo (1927) e Kant e il problema della metafisica (1929), di cui saranno letti e commentati dei passi scelti. Come contraltare della proposta heideggeriana, durante il corso si presenterà l’interpretazione che Deleuze sviluppa della filosofia di Hume nel suo saggio del 1953, Empirismo e soggettività. Al centro della riflessione si pone il problema dell’esperienza e del senso, indagata a partire da un'analisi della natura umana, nonché la possibilità di una sua esplorazione in una chiave trascendentale, sebbene a-soggettiva, ovvero non metafisica e non soggettivistica.

Programma esteso


---

Bibliografia

LETTERATURA PRIMARIA (Testi obbligatori):

M. Heidegger, Essere e tempo, tr. it. P. Chiodi, rev. F. Volpi, Longanesi, Milano, 2005, §§ 1-7, pp. 13-55 (parti scelte).
M. Heidegger, Kant e il problema della metafisica, tr. it. M.E. Reina, rev. V. Verra, Roma-Bari, Laterza, 2006, §§ 36-45, pp. 178-211 (parti scelte).
G. Deleuze, Empirismo e soggettività (1953), ed. it. a cura di A. Vinale, Napoli, Cronopio, 2000. (testo integrale)

LETTERATURA SECONDARIA

Introduzioni alla filosofia di Heidegger:
F. Volpi (a cura di), Guida a Heidegger, Roma-Bari, Laterza, 2008.
G. Vattimo, Introduzione a Heidegger, Roma-Bari, Laterza, 2000.
A. Fabris (a cura di), Heidegger. Una guida, Roma, Carocci, 2023.
C. Esposito, Introduzione a Heidegger, Bologna, Il Mulino, 2017.

Su Deleuze interprete di Hume:
G. Rametta, Deleuze interprete di Hume, Milano-Udine, Mimesis, 2002.
F. Dosse, Gilles Deleuze et Félix Guattari. Biographie croisée, Paris, La Découverte, 2007, in particolare pp. 135-144.
P. De Martelaere, “Deleuze interprète de Hume”, Revue Philosophique de Louvain 54 (1984), pp. 224-248.
N. Depraz, “L’empirisme transcendantal: de Deleuze à Husserl”, Revue germanique internationale 13 (2011), pp. 125-148.
V. Denis, “Hume et Deleuze, ébauche d’une rencontre”, Philosophie 15 (2012), pp. 105-112.
F. Treppiedi, “Incidenza di Hume nell’empirismo trascendentale di Deleuze”, Esercizi filosofici 8 (2013) 2, pp. 122-140.

Introduzioni al pensiero di Deleuze:
P. Godani, Deleuze, Roma, Carocci, 2009.
R. Ronchi, Gilles Deleuze: credere nel reale, Milano, Feltrinelli, 2015.
G. Antonello, Introduzione alla lettura di Gilles Deleuze, Verona, Libreria universitaria, 2007.
M. Iofrida et al. (a cura di), Canone Deleuze: la storia della filosofia come divenire del pensiero, Firenze, Clinamen, 2008.
S. Palazzo, Trascendentale e temporalità, Pisa, ETS, 2013.
F. Vergine, Oltre l’umano. La concezione trascendentale della temporalità nel pensiero di Gilles Deleuze, Milano-Udine, Mimesis, 2022.
G. Rametta (a cura di), Metamorfosi del trascendentale: percorsi da Kant a Deleuze, Padova, CLUEP, 2008.

Metodi didattici

Lezioni frontali e momenti seminariali.
Al centro del corso è il lavoro di interpretazione dei testi, di cui le lezioni sono un esempio, ma che ciascuno studente è chiamato a svolgere autonomamente. Ai fini dell’esame è richiesta la conoscenza dei testi obbligatori. Per questo motivo, non è prevista la distinzione tra studenti frequentanti e non frequentanti.

Dato l'argomento del corso e gli obiettivi didattici, le lezioni si svolgeranno in presenza. Non sarà previsto lo streaming. Lezioni registrate saranno rese accessibili sulla piattaforma Elly, dopo la fine del corso, ad uso degli studenti non frequentanti.

Modalità verifica apprendimento

Esame orale. Votazione e valutazione finale:
30 e lode: eccellente; conoscenze solide e piena comprensione di concetti e argomenti; eccellente capacità argomentativa ed espressiva.
30: ottimo; conoscenze complete e adeguate; ottima capacità di analisi ed espressione.
27/29: molto buono; conoscenza soddisfacente; capacità di espressione essenzialmente corretta e capacità di analisi adeguata.
24/26: buono; conoscenza buona ma non completa; capacità di analisi soddisfacente; espressione non sempre corretta.
21/23: discreto; conoscenza accettabile ma superficiale; capacità di analisi talvolta non soddisfacente e capacità di espressione spesso non appropriata.
18/20: sufficiente; conoscenza sufficiente, ma con carenze contenutistiche e/o terminologiche; capacità di analisi non soddisfacente.
Meno di 18: insufficiente; la preparazione presenta gravi lacune contenutistiche; inadeguata comprensione di concetti e argomenti; inadeguata capacità di analisi; mancanza di chiarezza espositiva.

Altre informazioni

Si prega le studentesse, anche non frequentanti, a prendere contatto via mail con il docente, ad entrambi gli indirizzi: roberto.formisano@unife.it e roberto.formisano@unipr.it.

La richiesta è rivolta A TUTTI: sia a coloro che intendano frequentare in presenza, sia a coloro che intendano seguire la diretta streaming. Lo stesso invito è altresì rivolto agli studenti che, pur avendo inserito l'insegnamento nel loro piano di studi, non frequenteranno.

Nella mail sarà sufficiente indicare il proprio nome, cognome e la tipologia di frequenza (o non frequenza) al corso.