FILOLOGIA ITALIANA
cod. 1004262

Anno accademico 2021/22
2° anno di corso - Secondo semestre
Docente
Giulia RABONI
Settore scientifico disciplinare
Filologia della letteratura italiana (L-FIL-LET/13)
Ambito
Discipline linguistiche, filologiche e metodologiche
Tipologia attività formativa
Caratterizzante
30 ore
di attività frontali
6 crediti
sede: PARMA
insegnamento
in ITALIANO

Obiettivi formativi

L’insegnamento specialistico di Filologia italiana consentirà agli studenti una comprensione dei metodi critici della filologia e della critica delle varianti.
Conoscenza e capacità di comprensione applicate:
gli studenti saranno in grado di applicare le conoscenze e capacità di comprensione necessarie a utilizzare le edizioni critiche nell’ambito della filologia d’autore. Durante le lezioni gli studenti impareranno a confrontarsi con casi concreti in modo da mettere in pratica le nozioni ricevute.
Autonomia di giudizio:
gli studenti svilupperanno capacità di interpretazione dei dati utili a determinare giudizi autonomi nell’ambito del dibattito critico sulla disciplina, e a valutare le diverse proposte ricostruttive e rappresentative delle edizioni critiche affrontate.
Abilità comunicative:
grazie all’analisi e al confronto di diverse proposte critico-interpretative, gli studenti sapranno organizzare informazioni, idee, problemi e soluzioni necessarie a affrontare e comunicare problematiche di tipo filologico-critico nell’ambito della filologia d’autore e della critica delle varianti.
Capacità di apprendere:
grazie all’impianto generale del corso che fornisce le basi della disciplina, gli studenti svilupperanno capacità di apprendimento necessarie per completare con autonomia, ulteriori studi filologici.

Prerequisiti

Sono richieste una buona conoscenza della storia della letteratura e della storia della lingua italiana e nozioni fondamentali di filologia italiana

Contenuti dell'insegnamento

Dopo una introduzione ai metodi e agli scopi della filologia d’autore il corso sarà dedicato allo studio filologico delle Satire di Ariosto.

Programma esteso

- - -

Bibliografia

Paola Italia, Giulia Raboni, Che cos'è la filologia d'autore, Roma, Carocci, 2010.
Ludovico Ariosto, Le Satire, a cura di Emilio Russo, Roma, Edizione di Storia e Letteratura, 2019 (edizione di riferimento, bisogna disporne all’inizio del corso, http://www.storiaeletteratura.it/catalogo/satire/9680).
Ludovico Ariosto, Satire. Edizione critica e commentata a cura di cesare Segre, Torino, Einaudi, 2017
Aspetti filologico-testuali (e paleografici)
Santorre Debenedetti, Intorno alle «Satire» dell’Ariosto, in «Giornale storico della letteratura italiana», CXXII, 1944, pp. 109-130, poi in Id., Studi filologici, con una nota di Cesare Segre, Milano, Franco Angeli, 1986, pp. 223-240.
Cesare Segre, Storia testuale e linguistica delle ‘Satire’, in Ludovico Ariosto: lingua, stile e tradizione, Atti del Congresso organizzato dai comuni di Reggio Emilia e Ferrara, 12-16 ottobre 1974, a cura di C.S., Milano, Feltrinelli, pp. 315-30.
Id., La prima redazione inedita di due satire dell’Ariosto, in Tra latino e volgare. Per Carlo Dionisotti, a cura di Gabriella Bernardoni Trezzini, Ottavio Besomi, Luigi Bianchi, Nicola Casella, Valentina Ferrini Cavalleri, Giulia Gianella, Lorenza Simona, Padova, Antenore, 1974, vol. II, pp. 675-708.
Id., Difendo l’Ariosto. Sulle correzioni autografe delle ‘Satire’, «Rivista di letteratura italiana», II (1984), pp. 145-62, poi in Id., Dai metodi ai testi. Varianti, personaggi, narrazioni, Torino, Aragno, 2008, pp. 165-86.
Id., Un nuovo manoscritto delle Satire di Ludovico Ariosto, in Forme e vicende. Per Giovanni Pozzi, a cura di Ottavio Besomi, Giulia Gianella, Alessandro Martini, Guido Pedrojetta, Padova, Antenore, 1988, pp. 159-170.
Simone Albonico, Osservazioni paleografiche e considerazioni testuali sul manoscritto ferrarese delle ‘Satire’ (ms. F), in Studi sulle ‘Satire’ di Ariosto, [Atti del Convegno internazionale di Amiens, luglio 2017], a cura di Michel Paoli ed Emilio Russo, con la collaborazione di Paulina Spiechowicz, num. mon. de «L’Ellisse», XII, 2017 [ma 2019], 2, pp. 17-36.

Metodi didattici

L'insegnamento sarà erogato in presenza con caricamento delle lezioni registrate. Durante le lezioni in diretta a momenti di lezione frontale si alterneranno momenti di analisi in cui verrà sollecitata la partecipazione degli studenti.

Modalità verifica apprendimento

La verifica finale consiste in un esame orale in cui lo studente dovrà dimostrare di possedere una conoscenza di base dei requisiti, della metodologia e degli scopi della filologia d'autore, della struttura deile Satire di Ariosto e delle edizioni critiche e commentate delle stesse Non sarà considerato sufficiente lo studente che dimostri lacune sul piano storico-letterario o sul piano della metodologia filologica. Sarà invece considerato sufficiente (18-21) lo studente in grado di maneggiare con proprietà i concetti e i termini della disciplina, discreto-buono (22-26) chi mostrerà una maggior capacità di elaborazione critica, molto buono-ottimo (27-30 e lode) chi avrà approfondito in maniera significativa, dimostrando capacità di indagine autonoma.

Altre informazioni

Date degli esami: come da calendario pubblicato