LETTERATURE DI FORMAZIONE NELL' ETA' MODERNA E CONTEMPORANEA
cod. 1010060

Anno accademico 2023/24
2° anno di corso - Primo semestre
Docente
- Laura MADELLA
Settore scientifico disciplinare
Storia della pedagogia (M-PED/02)
Field
Attività formative affini o integrative
Tipologia attività formativa
Affine/Integrativa
30 ore
di attività frontali
6 crediti
sede: PARMA
insegnamento
in ITALIANO

Obiettivi formativi

Introdurre lo studente ad una conoscenza e comprensione minimamente approfondita delle forme e delle teorie della formazione e dell’educazione di età moderna e contemporanea attraverso la narrativa di soggetto direttamente e indirettamente pedagogico, con particolare attenzione alla sua natura di “fonte” e all’utilizzo di opportuni strumenti critici e interpretativi. Attraverso la lettura di una piccola scelta di romanzi di formazione, lo studente sarà portato a contestualizzare, analizzare e commentare un testo narrativo alla luce della storia e della teoria dell’educazione; indagare e comprendere la trasmissione, la persistenza e l'evoluzione dei modelli formativi ed educativi nella cultura letteraria e pedagogica in relazione alle condizioni politiche, sociali e culturali di riferimento; esporre osservazioni e conclusioni in modo organico, chiaro e formalmente appropriato relativamente alle opere letterarie oggetto del corso.

Prerequisiti

Nessuno

Contenuti dell'insegnamento

In quanti e quali modi si formano, si educano (e: si istruiscono, si coltivano, si curano, si addestrano) gli individui? Le scienze dell’educazione cercano di dare risposte anche a domande come questa, facendo ordine nelle filosofie, nelle teorie e nelle prassi, indagando di ognuna la storia, quantificando e ponderando le loro manifestazioni nel reale, alla ricerca degli elementi che consentano di astrarre dal caso particolare e comprendere il generale, l’assoluto. La stessa ambiziosa domanda muove da secoli anche molta letteratura. Con ragioni e obiettivi a volte diversi da quelli del pedagogista, i grandi autori della modernità hanno trovato nella prosa narrativa e in particolare nel romanzo un genere ideale per osservare e raccontare come cresce l’essere umano, come maturano o mutano l’animo, l’intelletto, l’interiorità di un individuo quando si trova a vivere in determinate circostanze storiche, e di conseguenza economiche, culturali, familiari. Nei racconti e nei romanzi di formazione, proprio la contestualizzazione dettagliata e profonda di quello che diventa a tutti gli effetti un “caso di studio” consente al lettore di osservare la formazione dei personaggi come risultato dei rapporti fra questi e le strutture e le dinamiche delle realtà in cui sono immersi.
Il corso presenterà agli studenti vari esemplari di narrativa di formazione dal secolo XVIII ai giorni nostri, privilegiandone l’analisi secondo una prospettiva storica e comparatistica.

Programma esteso

Francis Scott Fitzgerald, Di qua dal paradiso, Mondadori o Minimum fax
Vladimir Nabokov, Pnin, ed. Adelphi
Richard Yates, Una buona scuola, Minimum fax
Don Delillo, End zone, Einaudi
Philip Roth, La macchia umana, Einaudi

Le edizioni indicate sono disponibili in versione cartacea e digitale.
Materiale ulteriore verrà fornito durante le lezioni e reso disponibile su Elly.

Bibliografia

Cfr. Programma esteso

Metodi didattici

Lezione frontale e dialogata. Lettura partecipata dei testi storici e della letteratura scientifica, corredata di commento. Esercitazioni di ricerca bibliografica, utilizzo delle fonti e commento ai testi.

Modalità verifica apprendimento

Prova orale.

La verifica finale consiste in un colloquio orale volto ad accertare il raggiungimento degli Obiettivi del corso (cfr. supra), del quale è parte integrante la lettura a voce di un passo tratto dei testi proposti con relativo commento.
Condizioni necessarie per raggiungere la sufficienza sono:
a) aver letto integralmente i testi in bibliografia;
b) conoscere il contesto storico e culturale di riferimento;
c) dimostrare un approccio e una riflessione individuali nei confronti delle tematiche oggetto di studio;
d) un'esposizione chiara e formalmente corretta.

Gli studenti con DSA potranno sostituire la prova di lettura a voce con la sola lettura mentale da completarsi nel tempo che ritengono idoneo; potranno inoltre avvalersi di mappe, schemi e ausili.
In caso di disabilità, programma e modalità di esame potranno essere personalizzate qualora lo studente ne faccia richiesta al servizio CAI.

Altre informazioni