CHIMICA FARMACEUTICA E TOSSICOLOGICA II
cod. 00133

Anno accademico 2021/22
4° anno di corso - Secondo semestre
Docente
SILVA Claudia
Settore scientifico disciplinare
Chimica farmaceutica (CHIM/08)
Campo
Discipline chimiche, farmaceutiche e tecnologiche
Tipologia attività formativa
Caratterizzante
72 ore
di attività frontali
9 crediti
sede: PARMA
insegnamento
in ITALIANO

Obiettivi formativi

Al termine dell’attività formativa lo studente dovrà aver acquisito conoscenze e competenze di carattere chimico in merito alla terapia farmacologica associata alle diverse patologie trattate nel programma e padronanza dei concetti più importanti che caratterizzano la chimica farmaceutica. In particolare lo studente dovrà essere in grado di: • Conoscere le caratteristiche chimiche dei farmaci inclusi nelle classi terapeutiche trattate nel programma, i loro ambiti di utilizzo e le principali modalità di impiego, l’attività biologica e la tossicità, le relazioni tra struttura chimica ed attività biologica, le modalità di interazione con il substrato biologico, gli aspetti chimico-fisici e metabolici (Conoscenza e capacità di comprensione - knowledge and understanding). • Applicare le sue conoscenze all’interpretazione dell’azione e del profilo farmacologico dei farmaci, comprenderne gli aspetti chimico-fisici e metabolici e la loro influenza sull’attività farmacologica, identificare le caratteristiche strutturali dei farmaci importanti per la loro azione, utilizzare una nomenclatura corretta secondo regole internazionali (Capacità di applicare conoscenza e comprensione - applying knowledge and understanding). • Essere in grado di esporre in concetti in modo chiaro e lineare ed attraverso un linguaggio formalmente corretto, essere in grado di dialogare con persone con formazione scientifica di aree diverse quali la farmacologia, la tecnologia farmaceutica, la biotecnologia (Abilità comunicative – communication skills). • Saper valutare la rilevanza delle diverse classi terapeutiche trattate negli ambiti patologici considerati (Autonomia di giudizio - making judgements). • Collegare i diversi argomenti trattati tra loro e con le discipline di base ed affini (Capacità di apprendimento - learning skills).

Prerequisiti

Conoscenze di chimica organica, biochimica, fisiologia, farmacologia

Contenuti dell'insegnamento


Nel corso verranno trattati gli aspetti chimico-farmaceutici dei farmaci con attività sul sistema nervoso centrale e sul sistema nervoso periferico, e dei farmaci del sistema cardiovascolare.

Programma esteso


Farmaci attivi sul Sistema Nervoso - Principali neurotrasmettitori del Sistema Nervoso -Depressori del Sistema Nervoso: Anestetici generali: per inalazione e per via endovenosa. Ipno-sedativi. Analgesico narcotici: prototipi naturali, derivati di sintesi e di semisintesi. Anticonvulsivanti. Antiparkinson. Miorilassanti. Ansiolitici. Neurolettici. Anestetici locali. -Stimolanti del Sistema Nervoso: Analettici centrali. Psicoanalettici. Inibitori delle MAO. Anoressanti. Antidepressivi. Allucinogeni. -Farmaci del sistema nervoso simpatico e parasimpatico. Farmaci cardiovascolari: Farmaci cardiaci: glucosidi cardiaci, antianginosi ed antiaritmici. ACE-inibitori, calcio-antagonisti. Vasodilatatori centrali e periferici. Diuretici. Antiacidi ed inibitori della secrezione acida gastrica.

Bibliografia

W.O. FOYE: “Principi di Chimica Farmaceutica”, Piccin. G.L. PATRICK: "Introduzione alla Chimica Farmaceutica", EdiSES. GASCO, GUALTIERI, MELCHIORRE: "Chimica Farmaceutica", Casa Editrice Ambrosiana

Metodi didattici

Mediante lezioni frontali verranno illustrati e discussi gli argomenti riguardanti i contenuti del corso.

Modalità verifica apprendimento


L’accertamento del raggiungimento degli obiettivi previsti dal corso viene effettuato mediante esame orale da sostenersi negli appelli del calendario ufficiale degli esami predisposto dal Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco. L’esame verte su due classi terapeutiche. Si valuterà, inizialmente, se lo studente abbia raggiunto il primo obiettivo della conoscenza e della comprensione degli argomenti trattati. Vengono poi poste domande che permettono allo studente di collegare le diverse parti dell’insegnamento, interpretare il profilo farmacologico dei farmaci, discutere le relazioni tra la struttura e l‘attività biologica e le proprietà farmacocinetiche. Questa è la soglia minima affinchè l'esame sia sufficiente.Viene inoltre valutata la capacità dello studente di comunicare le proprie conoscenze e competenze in forma verbale attraverso l'uso di un linguaggio proprio della disciplina.

Altre informazioni


Le lezioni frontali sono condotte con l’ausilio di diapositive i cui contenuti sono a disposizione degli studenti. Il materiale didattico reperibile on-line non è sostitutivo dei testi di riferimento ma integrativo di questi, e costituisce una guida per una migliore comprensione degli argomenti da studiare.