Trasferimenti e passaggi

Lo studente/la studentessa iscritto/a in un'altra università che vuole venire a studiare presso il nostro Ateneo, oppure che è iscritto/a presso questa Università e vuole andare a studiare altrove, può presentare richiesta nulla osta di per trasferimento in arrivo o domanda di trasferimento in partenza nulla osta di trasferimento in entrata

Nel primo caso si tratta di un trasferimento in entrata, nel secondo di un trasferimento in uscita.

Se lo studente/la studentessa è iscritto/a a questo Ateneo, ma vuole cambiare corso di laurea, può presentare domanda di passaggio di corso

Lo studente/la studentessa che si è immatricolato/a in un dato anno accademico può presentare, entro la scadenza della seconda rata delle tasse e senza alcun addebito, richiesta di opzione ad altro corso di studio. Dopo tale data l'opzione non è più consentita ed è necessario presentare domanda di passaggio di corso.

Domande di iscrizione ad anni successivi al primo tramite procedura di riconoscimento crediti a.a. 2022/2023

POSTI DISPONIBILI

Per l’anno accademico 2022-23 si potrà inoltrare domanda di iscrizione ad anni successivi al primo unicamente secondo la seguente disponibilità di posti:

  • 2° anno: 5 posti
  • 3° anno: 3 posti

Le domande possono essere presentate improrogabilmente dal 1° Luglio al 25 Agosto; non farà fede il timbro postale. Il termine è perentorio e non verranno valutate domande pervenute in ritardo.

Non saranno prese in esame domande incomplete o mancanti della documentazione richiesta.  

Requisiti indispensabili per poter inoltrare la richiesta iscrizione ad anni successivi al primo sono:

  1. aver superato l’esame di Tirocinio dello specifico profilo professionale di Ortottista ed Assistente in Oftalmologia relativo all’anno di corso precedente o, in alternativa, qualora l’esame di Tirocinio al momento della richiesta di trasferimento/iscrizione ad anni successivi non fosse stato ancora verbalizzato, si chiede di allegare una dichiarazione del Coordinatore del tirocinio/Direttore delle Attività Didattiche Professionalizzanti (DADP) che attesti di averlo regolarmente svolto con esito positivo.
  2. per iscrizione al 2° anno: avere superato gli esami corrispondenti a tutti quelli previsti nel Piano degli Studi del CdS del 1° anno  con un debito massimo pari a  2 esami oppure a 15 CFU.
  3. per iscrizione al 3° anno: avere superato tutti gli esami corrispondenti a quelli previsti nel Piano degli Studi del Corso di studio (CdS) del 1° anno e avere superato gli esami corrispondenti a tutti quelli previsti nel Piano degli Studi del CdS del 2° anno con un debito massimo pari a  2 esami oppure a 16 CFU.

    Non si accettano trasferimenti da corsi di laurea di ordinamenti antecedenti al D.M. 270/2004.

    Dall’anno 2011/2012 sono stati attivati i Nuovi Ordinamenti (D.M.270/04). Potranno inoltrare domanda di trasferimento/iscrizione ad anni successivi studenti in possesso dei requisiti per essere iscritti al 2° ed al 3° anno del nuovo ordinamento.

    Condizione necessaria per la richiesta di trasferimento è avere un’iscrizione attiva nell’anno precedente.

Criteri di valutazione delle domande

La valutazione delle domande di accesso sarà effettuata dalla Commissione Didattica e ratificata nel primo Consiglio di Corso utile.

La Commissione valuterà le singole domande principalmente in riferimento ai seguenti criteri:

  • congruità del programma didattico dei corsi di insegnamento degli esami sostenuti presso l’università di provenienza;
  • numero di crediti formativi universitari (CFU) acquisiti o equivalenti (ECTS o secondo la normativa dello stato di provenienza);
  • numero di esami sostenuti e relative votazioni riportate;
  • verifica, rispetto agli esami svolti da parte dello studente nell’Ateneo di provenienza, delle propedeuticità e dei blocchi previsti dal Regolamento didattico in essere del Corso di Laurea in Ortottica ed Assistenza Oftalmologica dell’Università di Parma.

In caso di domande potenzialmente accettabili in numero superiore alla disponibilità di posti, verrà stilata una graduatoria che prenderà in considerazione:

per i trasferimenti da stesso corso di laurea da università italiane, numero totale di esami sostenuti e media ponderata più alta al momento della presentazione della domanda (in caso di ulteriore parità, al più giovane);

per i trasferimenti da università estere* (UE o extra-UE) maggior numero di ECTS conseguiti (in caso di ulteriore parità, al più giovane);

per le equipollenze, valutazione di conseguimento del titolo più alta (in caso di ulteriore parità, al più giovane).

 

*le Università estere di provenienza devono essere accreditate dall’autorità competente del relativo paese a un corso di laurea di medesima denominazione.

Domande per il riconoscimento di titolo accademico conseguito presso università straniere

Le domande di riconoscimento di titolo accademico conseguito all’estero devono essere

presentate, compilando il Mod. A/10, disponibile sia presso la Segreteria Studenti sia al seguente link: Modulistica.
Le richieste possono essere inoltrate dal 1 luglio al 30 agosto di ogni anno alla Segreteria Studenti del Dipartimento di Medicina e Chirurgia – via Volturno, 39.

Alla domanda dovrà essere allegata la seguente documentazione:

  1. originale del titolo finale di scuola secondaria superiore, che sia valido per l’ammissione all’università del Paese in cui esso è stato conseguito, corredato da traduzione ufficiale in italiano e dichiarazione di valore, rilasciata dalla Rappresentanza Diplomatica o Consolare italiana nel Paese al cui ordinamento didattico si riferisce il titolo stesso;
  2. titolo accademico - in originale – di cui si richiede il riconoscimento, anch’esso accompagnato dalla traduzione ufficiale in italiano e da dichiarazione di valore, rilasciata dalla Rappresentanza Diplomatica o Consolare italiana nel Paese al cui ordinamento universitario il titolo fa riferimento;
  3. certificato di laurea – in originale – con il dettaglio dei corsi seguiti e degli esami sostenuti all’estero per conseguire il titolo e delle relative votazioni, accompagnato da traduzione ufficiale in italiano e programmi di studio (su carta intestata dell’università straniera o avvalorati con timbro della università stessa), di tutte le discipline incluse nel curriculum straniero, con relativa traduzione in italiano. L’autenticità di tali programmi, come pure di tutta la documentazione precedente deve essere confermata dalla Rappresentanza Diplomatica o Consolare italiana in loco;
  4. N.1 fotografie.

I cittadini Comunitari residenti in Italia, dopo aver fatto perfezionare la loro documentazione dalla Rappresentanza Italiana competente, potranno presentare la loro domanda di riconoscimento direttamente alla Segreteria dell’Università Italiana. I cittadini Comunitari residenti all’estero e gli Extra Comunitari residenti all’estero o residenti in Italia, ma sprovvisti di regolare permesso di soggiorno, dovranno presentare la domanda di riconoscimento, corredata di tutta la documentazione richiesta, alla Rappresentanza Diplomatica competente per territorio nel Paese al cui ordinamento universitario si riferisce il titolo straniero; la Rappresentanza Diplomatica, verificata la correttezza formale delle richieste, provvede poi al loro inoltro alle università italiane.

Si ricorda che la possibilità di presentare domanda di riconoscimento del titolo estero è subordinata alla disponibilità di posti nell'ambito del numero programmato. Per il numero di posti vacanti, si veda la sezione "Domande di iscrizione ad anni successivi al primo tramite procedura di riconoscimento crediti a.a. 2022/2023".