Tirocini

L'Università di Parma promuove i tirocini curriculari al fine di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro e la realizzazione di momenti di alternanza tra studio e lavoro.

Il tirocinio curriculare integra e completa il percorso formativo dello studente e della studentessa mediante lo svolgimento di attività pratiche che, in base a quanto previsto dal Regolamento Didattico del proprio corso di studio, possono essere svolte in strutture interne all'Università o esternamente presso qualificati enti pubblici e privati con i quali l'Ateneo abbia stipulato appositi accordi.

Il tirocinio coinvolge tre soggetti: lo/la studente studentessa, il soggetto promotore (l'Università di Parma) e quello ospitante (azienda o ente) presso cui l'attività viene svolta sotto la guida di un/una tutor universitario/a, un/una docente dell'Ateneo, e di un/una tutor aziendale.

Il tirocinio curriculare non costituisce premessa per un rapporto di lavoro fra il/la tirocinante e la struttura ospitante né può essere sostitutiva di manodopera aziendale o di prestazione professionale.

Sedi di tirocinio formativo

Gli studenti, oltre a frequentare gli ambulatori dell'Unità operativi di Oculistica dell'Azienda Ospedaliera di Parma, svolgono l'attività di tirocinio presso altri enti convenzionati.

I tutor degli enti convenzionati (Centro Cardinal Ferrari di Fontanellato – PR, Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti di Parma, Azienda USL di Parma e Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena) sono in contatto con il Direttore delle Attività Didattiche Professionalizzanti del Corso al quale riferiscono periodicamente il livello di formazione raggiunto dagli studenti.
Al termine di ogni tirocinio viene raccolta la valutazione dell'ente convenzionato e l'esito di questa rilevazione viene conservata nella scheda di ogni studente.

Le esperienze formative svolte presso questi enti durante la frequenza del Corso favoriscono l'occupabilità dei laureati arricchendo la loro professionalità in materia di riabilitazione dei pazienti neurolesi, ipovedenti ed affetti da ambliopia in età prescolare.