COMUNICAZIONE E GIORNALISMO MUSICALE
cod. 1008778

Anno accademico 2024/25
1° anno di corso - Primo semestre
Docente
Marco CAPRA
Settore scientifico disciplinare
Musicologia e storia della musica (L-ART/07)
Ambito
"discipline tecniche dell'informazione e della comunicazione"
Tipologia attività formativa
Caratterizzante
30 ore
di attività frontali
6 crediti
sede: PARMA
insegnamento
in ITALIANO

Obiettivi formativi

Alla fine del corso gli studenti – ai quali non si richiede una pregressa competenza disciplinare – avranno acquisito conoscenze e consapevolezza nel campo dei processi comunicativi legati alla natura linguistica e performativa dell’espressione musicale e alle sue strategie promozionali e informative.

Conoscenza e capacità di comprensione:
gli studenti svilupperanno conoscenze e capacità di comprensione attraverso l’utilizzo costante di fonti diverse (materiali sonori e multimediali, libri e articoli di carattere scientifico, didattico e divulgativo, conferenze, seminari, visite guidate, ecc.) e nel corso di esercitazioni dedicate all’analisi dei prodotti della comunicazione (cartacei, audiovisivi e informatici).

Conoscenza e capacità di comprensione applicate:
gli studenti saranno in grado di mettere a frutto le conoscenze e la capacità di comprensione per considerare criticamente la loro esperienza di fruitori di musica sia dal vivo sia riprodotta e teletrasmessa, per riflettere in modo approfondito sulle radici storiche e sull’evoluzione del linguaggio musicale, per indagare in modo consapevole il sistema dell’informazione, della divulgazione, della promozione e del marketing. Dell’applicazione di tali conoscenze e capacità si gioveranno sia gli studenti rivolti professionalmente agli ambiti del giornalismo e della comunicazione in generale, sia gli studenti di indirizzo letterario che potranno arricchire la loro formazione disciplinare approfondendo il fenomeno assai radicato della critica musicale e teatrale esercitata da letterati di professione dalla metà del XVIII secolo fino ai giorni nostri.

Autonomia di giudizio:
gli studenti svilupperanno capacità di raccolta e interpretazione dei dati utili a formulare giudizi autonomi, riflettendo in modo critico sulla realtà attuale e sulle ragioni storiche che l’hanno determinata. In particolare, saranno in grado di considerare criticamente la loro esperienza personale, valutare l’attendibilità delle fonti e delle informazioni, integrare in modo consapevole le conoscenze acquisite.


Abilità comunicative:
poiché l’insegnamento è dedicato in modo specifico all’analisi di processi e prodotti della comunicazione, lo studente metterà a frutto il lavoro di compiuto sui contenuti insieme al docente e agli altri studenti per sviluppare la capacità di comunicare in modo chiaro e fondato la sua personale esperienza e le sue riflessioni sia durante le lezioni e in sede di esame sia in ambito extradidattico nei confronti di interlocutori specialisti e non specialisti.


Capacità di apprendere:
grazie all’approccio alla materia, che tende alla riflessione problematica e mira allo sviluppo del senso critico rispetto alla realtà attuale, lo studente svilupperà gli stimoli e le capacità necessarie per accrescere le proprie conoscenze attraverso studi ulteriori non occasionali e condotti anche in modo autonomo.

Prerequisiti

No.

Contenuti dell'insegnamento

L’insegnamento è dedicato ad aspetti peculiari del linguaggio musicale sia in generale sia con specifico riferimento alla teoria e alle pratiche della comunicazione:
1) Le peculiarità del linguaggio musicale e il rapporto con altri linguaggi: a) musica “pura”; b) musica e parola; c) musica e immagine
2) Le modalità di esecuzione: a) il rito; b) la festa; c) lo spettacolo; d) i luoghi della musica; e) il rapporto tra l’autore/esecutore e il fruitore
3) La riproduzione: a) il testo musicale (manoscritto, a stampa, elettronico); b) l’esecuzione registrata e teletrasmessa
4) L’informazione: a) la promozione e la divulgazione; b) la cronaca e la critica (stampa periodica, radio e televisione, internet, ecc.)

Programma esteso

Vedi 'Contenuti'.

Bibliografia

La Bibliografia contiene testi di riferimento generale. L'elenco definitivo per la preparazione dell'esame viene fornito all'inizio delle lezioni su supporto cartaceo e sul portale per la didattica online Elly.

- M. Capra, Dispensa di testi e immagini (1. “Stampa periodica e critica musicale”; 2. “Il suono ‘tecnologico’: ricerca, caratteri e implicazioni”; 3. “Verdi, da gloria musicale a padre della patria. Tappe di un percorso mediatico”)
- J. Le Goff, “Documento/Monumento”, in “Enciclopedia Einaudi”, Torino, Einaudi, 1978, vol. 5, pp. 39-47
- M. Capra, “Criticism - Italy: 1890-1945”, in “The New Grove Dictionary of Music and Musicians”, ed. S. Sadie, London, Macmillan, 2001, vol. 6, pp. 685-686
- AA. VV., “La divulgazione musicale in Italia”, cur. A. Rigolli, Torino, Edt, 2005
- AA. VV., “Il suono riprodotto. Storia, tecnica e cultura di una rivoluzione del Novecento”, cur. A. Rigolli e P. Russo, Torino, Edt, 2007
- AA. VV., “Arturo Toscanini: il direttore e l’artista mediatico”, cur. M. Capra e I. Cavallini, Lucca, LIM, 2011
- AA. VV., “La critica musicale in Italia nella prima metà del Novecento”, cur. M. Capra e F. Nicolodi, Venezia, Marsilio, 2012
- M. Capra, “Verdi in prima pagina. Nascita, sviluppo e affermazione della figura di Verdi nella stampa italiana dal XIX al XXI secolo”, Lucca, LIM, 2014
- AA. VV., “Verdi e Wagner nel cinema e nei media”, cur. S. Miceli e M. Capra, Venezia, Marsilio, 2014
- "Annuario della critica musicale italiana - 2024", Lucca, LIM, 2024
- M. Capra, "Tra critica e informazione: l’epifania del lettore di riviste e giornali", in "La cultura musicale degli italiani", cur. A. Estero, Guerini e Ass., Milano, 2021, pp. 411-444.

Metodi didattici

In ragione dell’evoluzione dell’emergenza sanitaria, le attività didattiche si svolgono IN PRESENZA (se le limitazioni alla loro effettuazione sono state rimosse) o A DISTANZA attraverso la piattaforma Teams di Microsoft (se tali limitazioni permangono).

MODALITÀ IN PRESENZA
Lezioni frontali (con costante ricorso a slides, sussidi audio e audiovisivi); sedute di ascolto; incontri con operatori di settore; visite guidate; partecipazione a seminari e a conferenze.

MODALITÀ A DISTANZA
Tali attività avvengono in telepresenza attraverso l’utilizzo delle piattaforme Teams di Microsoft ed Elly. In particolare, le lezioni si svolgono in modalità sia sincrona (via Teams) sia asincrona (caricate sulla pagina Elly del corso). Durante le lezioni in modalità sincrona (diretta), si alternano momenti prevalentemente frontali (con costante ricorso a slides e sussidi audiovisivi) a momenti interattivi con gli studenti (compresi incontri con operatori di settore). Per promuovere la partecipazione attiva al corso, vengono inoltre proposte attività individuali o per piccoli gruppi da concordare con gli studenti (comprese visite in presenza a edifici teatrali e a strutture museali e archivistiche, nel caso la situazione sanitaria lo consenta).

Il programma per la preparazione dell’esame (nelle versioni per studenti frequentanti e non frequentanti) viene messo a disposizione in formato cartaceo e sul portale Elly all’inizio delle lezioni.
Il programma per gli studenti non frequentanti prevede il ricorso a sussidi bibliografici aggiuntivi che compensino la mancata frequenza alle lezioni.
Tutti i testi indicati per la preparazione dell’esame sono liberamente consultabili presso la Biblioteca della sezione di Musicologia presso la Casa della Musica (p.le San Francesco 1). La Dispensa di testi e immagini è disponibile all’inizio delle lezioni sul portale Elly o può essere chiesta direttamente al docente.
I materiali didattici utilizzati durante le lezioni (schemi, elenchi e slides in particolare) o di supporto a visite guidate, seminari e conferenze sono disponibili sul portale Elly dopo il loro utilizzo a lezione o in occasione degli eventi suddetti.

Modalità verifica apprendimento

Esame orale.
In ragione dell’evoluzione dell’emergenza sanitaria, l’esame si svolge IN PRESENZA (se le limitazioni alla sua effettuazione sono state rimosse) o A DISTANZA attraverso la piattaforma Teams di Microsoft (se tali limitazioni permangono).
L’esame si articola in più domande finalizzate alla verifica del grado di conoscenza e di consapevolezza raggiunto dallo studente. Per gli studenti frequentanti il 50% della prova verte sul contenuto delle lezioni (comprese slides, sussidi multimediali, visite guidate), il rimanente sul contenuto della dispensa e delle pubblicazioni (comprese le immagini in esse contenute) indicate nel programma di esame. Per gli studenti non frequentanti la prova verte sul contenuto della dispensa e delle pubblicazioni (ivi comprese le immagini) indicate nel programma.
In particolare vengono valutati:
- la consapevolezza metodologica di base attraverso l’analisi delle diverse fonti per la ricerca
- la conoscenza dei presupposti, delle caratteristiche, dell’evoluzione del linguaggio musicale e delle sue modalità di espressione e diffusione, con speciale riferimento agli aspetti riconducibili alla teoria e alla pratica della comunicazione
- la capacità di stabilire relazioni e individuare differenze tra il linguaggio musicale e i linguaggi di altre espressioni artistiche
- la consapevolezza e il senso critico in rapporto alla realtà attuale e alle radici storiche che di tale realtà sono il fondamento (nei suoi aspetti artistici e culturali e in quelli legati alla produzione e all’informazione)
- la capacità di razionalizzazione su temi specifici e la corretta esposizione dei relativi risultati

Una valutazione insufficiente è determinata dall’ignoranza dei contenuti minimi dell’insegnamento; dall’incapacità di formulare giudizi in modo autonomo e fondato, e di porre in relazione concetti e avvenimenti tra di loro; dall’incapacità di esprimersi in modo adeguato. Una valutazione sufficiente (18-23/30) è determinata da un livello accettabile rispetto agli indicatori di valutazione suddetti; una valutazione media (24-27/30) rispecchia un livello da più che sufficiente a buono; una valutazione alta (28-30/30 e lode) attesta un livello da molto buono a eccellente.

Altre informazioni

Qualora la situazione sanitaria lo consenta, lezioni ed esami si tengono nell'Aula didattica e nella sede della Sezione di Musicologia presso la Casa della Musica (p.le San Franceso n. 1).