STORIA DELLA RADIO E DELLA TELEVISIONE
cod. 1010252

Anno accademico 2022/23
2° anno di corso - Secondo semestre
Docente
MALVEZZI JENNIFER
Settore scientifico disciplinare
Cinema, fotografia e televisione (L-ART/06)
Campo
Discipline relative ai beni storico-archeologici e artistici, archivistici e librari, demoetnoantropologici e ambientali
Tipologia attività formativa
Caratterizzante
30 ore
di attività frontali
6 crediti
sede: PARMA
insegnamento
in ITALIANO

Obiettivi formativi


Conoscenza e capacità di comprensione: Al termine del corso lo studente dovrà conoscere le tappe salienti della storia della radio e della televisione, segnatamente di quella italiana.
Conoscenza e capacità di comprensioni applicate: lo studente sarà in grado di riconoscere e analizzare quali come nascono, si sviluppano e mutano gli usi sociali e artistico-sperimentali di questi due media nella cultura visuale occidentale; sarà in grado di comprendere quali istanze sociali e tecnologico-materiali hanno sotteso allo sviluppo dei network e degli apparati radiotelevisivi nel corso della loro storia; conoscerà come la radio e la televisione hanno radicalmente mutato, nell’arco di un solo secolo, la cultura e la percezione spazio-temporale dell’intera umanità plasmando nuovi immaginari collettivi condivisi.
Autonomia di giudizio: lo studente svilupperà capacità di raccolta e interpretazione dei dati utili a determinare giudizi autonomi nell’ambito degli studi audiovisivi.
Abilità comunicative: lo studente saprà comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni a interlocutori specialisti e non specialisti.
Capacità di apprendere: lo studente saprà sviluppare capacità di apprendimento necessarie per completare autonomamente ulteriori studi in ambito mediologico e audiovisivo.

Prerequisiti


Il corso è erogato in lingua italiana, così come le procedure per la verifica dell'apprendimento. La comprensione della lingua italiana è quindi necessaria.

Contenuti dell'insegnamento


Le lezioni frontali saranno dedicate in una prima fase alla nascita e allo sviluppo dei network e dei dispositivi radiotelevisivi e alle implicazioni sociali e culturali date dalla loro diffusione su scala globale. In una seconda fase verrà analizzata l’evoluzione della radio e della televisione con particolare riguardo al contesto italiano. Nel corso di tutte le lezioni, sarà dato grande rilievo alle principali sperimentazioni artistiche operate con questi media audiovisivi.

Programma esteso

- - -

Bibliografia


Le slide e i materiali digitali utilizzati a supporto delle lezioni verranno caricati con cadenza settimanale sulla piattaforma Elly. Per scaricarli è necessaria l’iscrizione al corso on line. Le slide e i materiali digitali vengono considerati parte integrante del materiale didattico per tutti gli studenti: frequentanti, non frequentanti e stranieri. Si ricorda agli studenti non frequentanti di controllare il materiale didattico disponibile e le indicazioni fornite dalla docente tramite la piattaforma Elly.

Programma frequentanti:

- Slide delle lezioni e altri materiali digitali caricati sulla piattaforma Elly
- Aldo Grasso, Prima lezione sulla televisione, Laterza, Bari, 2011
- Giorgio Simonelli, Cari amici vicini e lontani. L’avventurosa storia della radio, Mondadori, Milano, 2012.

Programma non frequentanti:

- Slide delle lezioni e altri materiali digitali caricati sulla piattaforma Elly
- Aldo Grasso, Prima lezione sulla televisione, Laterza, Bari, 2011
- Giorgio Simonelli, Cari amici vicini e lontani. L’avventurosa storia della radio, Mondadori, Milano, 2012
- Jennifer Malvezzi, Remedi-Action. Dieci anni di videoteatro italiano, Postmediabooks, Milano, 2015.

Metodi didattici


Lezioni frontali: Durante le lezioni verranno discussi approfonditamente i temi del corso con la visione di audiovisivi e fonti digitali. Le lezioni saranno strutturate con l'obiettivo di stimolare gli studenti al confronto e al dibattito sugli argomenti affrontati in aula.

Modalità verifica apprendimento


L’esame sarà orale e volto a verificare la capacità di comprensione e di apprendimento dei testi in programma e dei materiali audiovisivi proposti a lezione (sarà cura della docente indicare i link digitali dei materiali audiovisivi disponibili online sulla piattaforma Elly entro la fine del corso).
I criteri di valutazioni saranno legati al grado di soddisfacimento rispetto ai parametri sottoindicati.
Una valutazione di insufficienza è determinata dalla mancanza di una conoscenza dei contenuti minimi del corso presentato. Una valutazione sufficiente (18-23/30) è determinata da un livello accettabile di preparazione da parte dello studente degli indicatori di valutazione sopraelencati; i punteggi medi (24-27/30) vengono assegnati allo studente che dimostri di possedere un livello più che sufficiente (24- 25/30) o buono (26-27/30) degli indicatori di valutazione sopraelencati, i punteggi più alti (dal 28/30 al 30/30 e lode) vengono assegnati in base alla dimostrazione di un livello da ottimo a eccellente

Altre informazioni

- - -