Tirocini

L'Università di Parma promuove i tirocini curriculari al fine di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro e la realizzazione di momenti di alternanza tra studio e lavoro.

Il tirocinio curriculare integra e completa il percorso formativo dello studente e della studentessa mediante lo svolgimento di attività pratiche che, in base a quanto previsto dal Regolamento Didattico del proprio corso di studio, possono essere svolte in strutture interne all'Università o esternamente presso qualificati enti pubblici e privati con i quali l'Ateneo abbia stipulato appositi accordi.

Il tirocinio coinvolge tre soggetti: lo/la studente studentessa, il soggetto promotore (l'Università di Parma) e quello ospitante (azienda o ente) presso cui l'attività viene svolta sotto la guida di un/una tutor universitario/a, un/una docente dell'Ateneo, e di un/una tutor aziendale.

Il tirocinio curriculare non costituisce premessa per un rapporto di lavoro fra il/la tirocinante e la struttura ospitante né può essere sostitutiva di manodopera aziendale o di prestazione professionale.

Informazioni generali

Le pratiche relative ai tirocini di Beni artistici, librari e dello spettacolo sono seguite dalle prof.sse Francesca Bortoletti (beni dello spettacolo), prof. Alberto Salarelli (beni librari e archivistici), prof.ssa Valentina Gastaldo (beni artistici).

Per informazioni relative alle possibilità di tirocini e alle procedure online contattare i tutor dei corsi per gli studenti, che ricevono su appuntamento.

Vademecum essenziale del tirocinante

Nell’ambito dei “Tirocini e altre attività formative”, finalizzato a implementare le competenze e le abilità pratiche ogni studente del corso di Beni artistici e dello spettacolo è tenuto ad acquisire 6 cfu obbligatori.

6 cfu = 150 ore [1 cfu = 25 ore]
i 6 cfu necessari possono essere ottenuti:

- attraverso tirocini presso sedi interne come ad esempio:
Biblioteche Unipr [Biblioteca di Arte e Spettacolo]
CSAC – Centro Studi e Archivio della Comunicazione
CAPAS – Centro per le attività e le professioni delle arti e dello spettacolo

- attraverso tirocini presso sedi esterne all’Università:
musei, gallerie, archivi, associazioni e fondazioni culturali, teatri, auditori per la musica, biblioteche, scuole

- attraverso tirocini all’estero [Erasmus Plus SMT]: referente per l’internazionalizzazione per il Corso è la prof.ssa Francesca Bortoletti.

Come da piano di studi, il tirocinio è previsto al 3° anno per il corso di Beni artistici e dello spettacolo con possibilità di anticiparlo al 2° anno.

Riconoscimento di attività esterne come tirocinio

L’Università dà allo studente il diritto di vedere riconosciuti crediti per esperienze assimilabili al tirocinio già svolte, quindi senza il sostegno dei tutor o dei responsabili del tirocinio, in modo assolutamente autonomo.

A tal fine è necessario che lo studente:
1. abbia iniziato il tirocinio quando già era iscritto all’Università;
2. al momento in cui richiede il riconoscimento, abbia completato il tirocinio da non più di due anni;
3. sia in possesso di un’adeguata documentazione emanata dal Soggetto ospitante presso cui ha svolto il tirocinio, dalla quale si evinca con chiarezza:

- data di inizio e fine del tirocinio
- monte ore complessivo del tirocinio
- descrizione accurata e non generica delle attività svolte, che ovviamente devono essere congruenti con i programmi del corso di laurea dello studente e qualificanti
- valutazione il più precisa possibile, da parte del responsabile della struttura ospitante, sull’attività del tirocinante.

Oltre a questi documenti, lo studente presenterà al Responsabile dei tirocini del suo corso una semplice domanda di convalida del proprio tirocinio in carta libera. Tutta la documentazione, da consegnare al Responsabile dei Tirocini, sarà valutata dal Consiglio di corso.

NON È POSSIBILE riconoscere come tirocinio attività remunerate o attività già finalizzate all’acquisizione di altri titoli, fatto salvo per il Servizio civile nazionale per il quale il Consiglio di corso può riconoscere fino a un massimo di 3 cfu; 6 cfu se le mansioni svolte sono riconosciute dal Consiglio di Corso compatibili con il programma formativo e didattico del Corso in Beni artistici, librari e dello spettacolo. 

Riconoscimento di cfu per altre attività formative

Pur ritenendo l’attività di tirocinio maggioritaria, lo studente può ottenere una parte dei cfu attraverso altre attività formative - giornate di studi, convegni, seminari - per le quali il Consiglio di corso stabilirà il numero di cfu acquisiti.

Procedura online di attivazione del tirocinio

A partire da gennaio 2019 è entrata in vigore la PROCEDURA ONLINE per l’attivazione dei tirocini. In base alla nuova gestione, ogni singolo interlocutore – ente/azienda, studente, università – deve gestire esclusivamente online la parte di propria competenza relativa alla sottoscrizione dei progetti formativi.

Per accedere alla procedura l’utente deve entrare nella propria pagina seguendo il link https://unipr.esse3.cineca.it/Home.do

Per conoscere la nuova procedura online, accedere al link https://www.unipr.it/tirocini-curriculari-online in cui è possibile prendere visione della:

  • procedura per tirocini interni
  • procedura per gli studenti [tirocini esterni]
  • procedura per le aziende

Procedura online di chiusura tirocini

Lo studente che ha concluso il tirocinio deve:

  1. Accedere alla propria pagina personale sulla piattaforma Esse3;
  2. Entrare nella sezione Tirocini e stage a: I miei stage;
  3. Caricare la relazione finale dello studente nella sezione Allegati;
  4. Caricare la scheda presenze in formato pdf/word nella sezione Allegati (la scheda presenze NON deve essere firmata dal tutor universitario ma solo da quello aziendale);
  5. Compilare il questionario di valutazione;
  6. Controllare lo stato del questionario di valutazione ad opera dell’azienda ospitante (verde in caso di avvenuta compilazione)

Note su avvio, chiusura e sulla relazione finale

La relazione finale ad opera dello studente (1/2 pagine) può essere caricata in formato word o pdf. La scheda presenze è reperibile nella sezione Tirocini formativi del sito Unipr al link https://www.unipr.it/tirocini-curriculari

Una volta caricati i documenti richiesti il tutor universitario potrà approvare il tirocinio e avviare la chiusura della pratica.

L’avvio del tirocinio prevede sempre la stipula di un Progetto formativo e, se non presente, di una nuova Convenzione.

Con la procedura online, lo studente ha due possibilità:

  • candidatura a un’opportunità di tirocinio (se l’ente/azienda ha inserito un’opportunità aperta)
  • prendere contatti direttamente con l’ente e attendere l’avvio di un tirocinio specifico per lo studente

    Per questo motivo si rende disponibile qui in calce l’elenco degli enti con cui sono attive convenzioni per lo svolgimento dei tirocini in linea con i temi e gli ambiti del corso di studi.

    Anche nella modalità online la chiusura del tirocinio prevede sempre la compilazione di:

    • questionario di valutazione finale tirocinio a cura dell’ente/azienda
    • questionario di valutazione finale tirocinio a cura del tirocinante
    • relazione finale del tirocinante da accludere con un allegato in pdf

    Anche la procedura di chiusura e riconoscimento dei cfu da parte del responsabile dei tirocini avviene esclusivamente online.

    Tutorial video per i tirocini

    Video tutorial: