FISICA TECNICA (1° MODULO)
cod. 1004147

Anno accademico 2015/16
2° anno di corso - Primo semestre
Docente
LORENZINI Giulio
Settore scientifico disciplinare
Fisica tecnica industriale (ING-IND/10)
Campo
Ingegneria della sicurezza e protezione industriale
Tipologia attività formativa
Caratterizzante
42 ore
di attività frontali
6 crediti
sede: PARMA
insegnamento
in - - -

Modulo dell'insegnamento integrato: FISICA TECNICA

Obiettivi formativi

ACQUISIRE LE NOZIONI ED I METODI FONDAMENTALI PER AFFRONTARE I PROBLEMI COLLEGATI ALL'USO DELL'ENERGIA, DEI FLUIDI E DEI SISTEMI MULTI-FASE MULTI-COMPONENTE,CON LE RELATIVE TRASFORMAZIONI DI INTERESSE PRATICO.

Prerequisiti

NOZIONI UNIVERSITARIE BASILARI DI FISICA E MATEMATICA.

Contenuti dell'insegnamento

MISURE ED ERRORI DI MISURA.

ENERGIA, LAVORO, POTENZA.

TERMODINAMICA: PRIMO PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA; SECONDO PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA.

MISCELE DI ARIA E VAPOR D'ACQUA.

Programma esteso

IL METODO SCIENTIFICO; GRANDEZZE FISICHE E LORO PROPRIETÀ; COSA VUOL DIRE MISURARE; SISTEMA INTERNAZIONALE; GRANDEZZE FONDAMENTALI E GRANDEZZE DERIVATE; ESPONENZIALI E MULTIPLI DECIMALI. CIFRE SIGNIFICATIVE. IL CAMBIO DELL’UNITÀ DI MISURA; EQUAZIONI DIMENSIONALI.

ERRORI DI MISURAZIONE. ENERGIA, LAVORO, POTENZA: DEFINIZIONI; ENERGIA CINETICA E POTENZIALE; TEOREMA DELLE FORZE VIVE (DELL'ENERGIA CINETICA); FORZE CONSERVATIVE; PRINCIPIO DI CONSERVAZIONE DELL'ENERGIA MECCANICA.

TERMODINAMICA: SISTEMA TERMODINAMICO; APPROCCIO MICROSCOPICO (TERMODINAMICA STATISTICA) E MACROSCOPICO; PRIMO PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA PER SISTEMI CHIUSI; ENERGIA INTERNA; LAVORO DI VOLUME; ENTALPIA; PRIMO PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA IN FORMA ENTALPICA PER SISTEMI CHIUSI.

DIAGRAMMA TERMODINAMICO (V, p); TRASFORMAZIONI REVERSIBILI E IRREVERSIBILI; SECONDO PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA: ENUNCIATI DI CLAUSIUS (+ LORENTZ) E KELVIN; MOTO PERPETUO DI SECONDA SPECIE; TEOREMA DI CARNOT; CICLO DI CARNOT; ENTROPIA; TEOREMA DI AUMENTO DELL'ENTROPIA; DIAGRAMMA (s, T).

MISCELE DI ARIA E VAPOR D'ACQUA: DEFINIZIONI DI BASE, UMIDITA' SPECIFICA, UMIDITA' RELATIVA, ENTALPIA SPECIFICA, CALORI SPECIFICI DELL'ARIA UMIDA, DIAGRAMMA DI CARRIER.STATO TERMODINAMICO DELL'ARIA UMIDA: TEMPERATURA DI BULBO SECCO, TEMPERATURA DI BULBO BAGNATO, TEMPERATURA DI RUGIADA; TRASFORMAZIONI DI UNA MISCELA ARIA VAPOR D'ACQUA: RISCALDAMENTO/RAFFREDDAMENTO SEMPLICE; RAFFREDDAMENTO CON DEUMIDIFICAZIONE.

Bibliografia

1) G. Lorenzini, “Lezioni di Fisica Tecnica 1”, Pitagora Editrice, Bologna.
2) Cengel, “Termodinamica e trasmissione del calore”, Mc Graw-Hill
3) Giulianini, “Fondamenti di Fisica Tecnica”, Patron

Metodi didattici

PRESENTAZIONE DI TEORIA E APPLICAZIONI, VALUTAZIONI DELL'APPRENDIMENTO.

Modalità verifica apprendimento

ESAME SOLO SCRITTO CON ESERCIZI E DOMANDE DI TEORIA.

Altre informazioni

- - -