DIRITTO AGROALIMENTARE DELL'UNIONE EUROPEA
cod. 1006536

Anno accademico 2023/24
1° anno di corso - Secondo semestre
Docente
- Erica ADAMO
Settore scientifico disciplinare
Diritto dell'unione europea (IUS/14)
Field
Giuridico
Tipologia attività formativa
Caratterizzante
84 ore
di attività frontali
12 crediti
sede: PARMA
insegnamento
in ITALIANO

Obiettivi formativi

Alla fine del corso lo studente avrà acquisito la conoscenza di base che riguarda i profili regolatori del settore agroalimentare che si intrecciano con la sua formazione tecnico-economica.

Conoscenze
Lo studente saprà muoversi autonomamente tra le fonti del diritto agroalimentare e i soggetti preposti all’emanazione di tali norme.

Capacità di giudizio
Lo studente sarà in grado di valutare l'impatto giuridico della sua azione professionale, di capire i diversi poteri che si intrecciano con la sua attività e i requisiti e adempimenti che un operatore del settore agroalimentare è tenuto a rispettare.

Capacità di apprendimento
Gli studenti potranno approfondire la loro conoscenza nel campo giuridico, non solo quello relativo al settore agroalimentare.

Capacità comunicative
Lo studente sarà in grado di utilizzare la terminologia giuridica appropriata e di capirne le diverse sfumature e implicazioni pratiche.

Prerequisiti

- - -

Contenuti dell'insegnamento

PARTE I: Fonti del diritto agrario, proprietà terriera e impresa agricola, imprenditori agricoli, i beni dell'organizzazione aziendale agraria, Modi di acquisto dei beni agrari e dell'organizzazione aziendale agraria e altri beni, circolazione dell'azienda agricola, ambiente e territorio
PARTE II: Le fonti del diritto alimentare, la disciplina europea del diritto alimentare, la sicurezza e l'igiene degli alimenti, le informazioni al consumatore, la blockchain nell'agroalimentare, la commercializzazione di alimenti particolari, il mercato dei prodotti agricoli e alimentari.

Programma esteso

- - -

Bibliografia

1) L. Costato et. al., Compendio di diritto alimentare, CEDAM, ult. ed.
2) A. Germanò, Manuale di diritto agrario, ult. ed, Giuffré (capp. I-X)
3) Inoltre, tutti gli studenti sono tenuti a integrare il manuale con letture indicate e fornite sulla pagina Elly del corso.
NB: I materiali sopraindicati ai punti 1),2) e 3) non sono in alternativa tra loro ma sono cumulativi.
4) Si consiglia l'utilizzo di un codice civile aggiornato.

Metodi didattici

Lezioni frontali, seminari, analisi di casi, esercitazioni.

Modalità verifica apprendimento

FREQUENTANTI: E' prevista una prova intermedia scritta per i frequentanti, valutata in trentesimi. Coloro che superano la prova intermedia, potranno scegliere di approfondire oralmente un argomento concordato con la docente. Anche tale approfondimento è valutato in trentesimi e fa media, arrotondata per eccesso, col voto della prova intermedia.
NON FREQUENTANTI: Prova scritta valutata in trentesimi. La sufficienza si raggiunge col raggiungimento di 18/30. Non è previsto un orale integrativo.

Altre informazioni

- - -