BIOCHIMICA DELL'ALIMENTAZIONE
cod. 1002632

Anno accademico 2023/24
1° anno di corso -
Docente
Federica Maria Angela RIZZI
Settore scientifico disciplinare
Biochimica (BIO/10)
Ambito
Attività formative affini o integrative
Tipologia attività formativa
Affine/Integrativa
24 ore
di attività frontali
3 crediti
sede: -
insegnamento
in ITALIANO

Modulo dell'insegnamento integrato: BIOCHIMICA E PATOLOGIA DELLA NUTRIZIONE

Obiettivi formativi

Alla fine del corso gli studenti devono conoscere la differenza fra alimenti e nutrienti, devono saper classificare gli alimenti e conoscere le loro proprietà nutrizionali, devono avere concetti chiari di bioenergetica, metabolismo dei nutrienti e dei fattori che lo regolano.

Prerequisiti

Sono richieste conoscenze di base di Biochimica generale e metabolismo ed è necessario aver superato l’esame propedeutico “Biochimica e metabolismo dei nutrienti”.

Contenuti dell'insegnamento

Il corso si propone di fornire conoscenze biochimiche rilevanti per la comprensione dei processi molecolari legati alla nutrizione. Descrive inizialmente le classi dei nutrienti e quelle degli alimenti, e gli intervalli di sicurezza ed adeguatezza di assunzione degli alimenti. Successivamente introduce concetti basilari sulla composizione corporea, sul fabbisogno di energia e sul metabolismo energetico, sottolineando le peculiarità di differenti organi dell’organismo umano. Infine, fornisce le conoscenze di base sulle relazioni tra nutrizione, malattia e patrimonio genetico individuale, allo scopo di sviluppare diete personalizzate o di prevedere le risposte individuali a determinati alimenti.

Programma esteso

1. ALIMENTAZIONE E NUTRIZIONE
Alimentazione e nutrizione: uso e significato operativo dei termini. Sicurezza alimentare e sicurezza nutrizionale. Categorie dei nutrienti, macronutrienti e micronutrienti. Dai nutrienti agli alimenti: definizione di alimento, le 7 classi degli alimenti. Le tabelle LARN, intervalli di sicurezza ed adeguatezza di assunzione degli alimenti, la piramide-guida alimentare.
2. METABOLISMO E BIOENERGETICA
Metabolismo basale. Calorimetria e misura del dispendio energetico. Il BMI e il suo utilizzo per la diagnosi del difetto e dell'eccesso ponderale nell'adulto. Aspetti del metabolismo energetico e sua regolazione. Integrazione e regolazione ormonale del metabolismo. Specializzazione metabolica di organi e tessuti. Metabolismo epatico e dei principali tessuti extraepatici. Metabolismo del muscolo e ottimizzazione dell’uso di substrati e riserve energetiche durante l’esercizio fisico. Metabolismo del muscolo cardiaco. Metabolismo del SNC. Metabolismo del tessuto adiposo e funzione endocrina del tessuto adiposo. Ormoni che controllano l’assunzione del cibo. AMPK e suo ruolo nella regolazione del metabolismo energetico.
3.VITAMINE LIPOSOLUBILI
Vitamina A: forme della vitamina e fonti alimentari, fabbisogno raccomandato, funzioni biologiche, meccanismo molecolare del retinolo nella percezione degli stimoli luminoso, carenza, tossicità.
Vitamina D: forme della vitamina e fonti alimentari, biosintesi endogena e sua regolazione, fabbisogno raccomandato, funzioni biologiche delle forme attive, ruolo della vitamina D nell’omeostasi del calcio, carenza, tossicità.
Vitamina E: forme vitaminiche e fonti alimentari, funzione biologica.
Vitamina K: forme vitaminiche e fonti alimentari, ruolo della vitamina K nella coagulazione ematica, il processo di emostasi, anticoagulanti orali e raccomandazioni dietetiche.
4. CENNI DI NUTRIGENETICA E NUTRIGENOMICA
Polimorfismi nucleotidici, SNPs, mutazioni, varianti genetiche. Definizione di nutrigenetica e nutrigenomica. Regolazione dell’espressione genica da parte di componenti della dieta, regolazione epigenetica. Dieta ed individualità genetica, interazioni nutrienti genotipo. Nutrizione personalizzata.

Bibliografia

G. Arienti. "Le basi molecolari della Nutrizione". Piccin.
Ugo Leuzzi, Ersilia Bellocco, Davide Barreca "Biochimica della nutrizione". Zanichelli
I.COZZANI e E. DAINESE. Biochimica degli Alimenti e della Nutrizione

Metodi didattici

Il corso si svolgerà per mezzo di lezioni frontali in presenza. Durante le lezioni gli studenti saranno sollecitati ad intervenire in maniera costruttiva ed in modo interattivo. Il docente è sempre disponibile, sia durante la lezione che al di fuori della lezione per chiarimenti e spiegazioni addizionali. Le lezioni si svolgeranno con ausilio di materiale iconografico raccolto in presentazioni che saranno messe a disposizione degli studenti sulla piattaforma Elly

Modalità verifica apprendimento

La verifica dell'apprendimento dei contenuti del corso sarà effettuata mediante verifica orale, con domande aperte su tutto il programma. La verifica sarà condotta in presenza ovvero a distanza (via Teams e/o Elly) dipendentemente dall'andamento dell'emergenza sanitaria, e comunque in accordo con quanto stabilito dall'Ateneo e dal Dipartimento. Nella valutazione il Docente terrà conto dei seguenti aspetti: conoscenza dell’argomento, proprietà di linguaggio e organizzazione di un discorso logico, capacità di applicare la conoscenza. Il voto finale dell’esame è media delle valutazioni riportate nel modulo di Biochimica dell’alimenta e in quello di Patologia della Nutrizione.

Altre informazioni

- - -