BIOLOGIA APPLICATA E GENETICA GENERALE
Partizione: Parma Azienda Ospedaliero-Universitaria

Anno accademico 2015/16
1° anno di corso - Primo semestre
Docente
Settore scientifico disciplinare
Biologia applicata (BIO/13)
Ambito
Ambito aggregato per crediti di sede
Tipologia attività formativa
Base
30 ore
di attività frontali
3 crediti
sede: Parma Azienda Ospedaliero-Universitaria
insegnamento
in - - -

Obiettivi formativi

Il corso di biologia si prefigge di far assimilare allo studente i principi di base delle scienze biologiche e del pensiero biologico. Lo studente arriverà a conoscere e ad applicare la logica e l’approccio evoluzionistico ai fenomeni biologici a diversi livelli di organizzazione del fenomeno vita (molecolare, cellulare e organico); a comprendere la relazione tra struttura e funzione degli organismi e le implicazioni dell’evoluzione umana per la ricerca biomedica. Sotto questo profilo è importante che un operatore sanitario come il laureato in scienze infermieristiche acquisisca nel bagaglio culturale anche una prospettiva biologica all’analisi del comportamento umano.

Prerequisiti

Conoscenza dei seguenti argomenti:
La costituzione della materia, elementi e composti. Le particelle fondamentali dell’atomo. Numero atomico e numero di massa. Peso atomico e peso molecolare. Isotopi. Ioni: cationi ed anioni.
La tavola periodica e la configurazione elettronica degli elementi di interesse biologico.
Elettronegatività e legame chimico: legame ionico e legame covalente. Polarità delle molecole. Valenza e numero di ossidazione.
Fondamenti di chimica inorganica: formule e nomi dei composti inorganici più comuni.
Il principio di conservazione della massa e della carica: bilanciamento di semplici reazioni chimiche (salificazione e ossido-riduzione). Concetto di mole, conversione da grammi a moli e viceversa, calcoli stechiometrici elementari. Le soluzioni: che cosa è una soluzione; principali modi di esprimere la concentrazione delle soluzioni.

Contenuti dell'insegnamento

l corso di Biologia si propone di far apprendere allo studente l'importanza della Biologia nella formazione culturale dell'operatore sanitario laureato in scienze infernieristiche. . L'approccio evoluzionistico ne costituisce l'elemento caratterizzante. La teoria dell'evoluzione come principio unificante delle scienze biologiche è la chiave interpretativa dei livelli di organizzazione biologica ( dalle attività molecolari al comportamento degli organismi). Perciò i vari argomenti, soprattutto focalizzati sulla biologia animale, tra i quali le basi molecolari della vita, biologia cellulare, genetica, riproduzione , il comportamento animale e umano vengono affrontati sulla base della conoscenza approfondita dei meccanismi dell'evoluzione biologica. Questo tipo di programma di studio è concepito sulla base del fatto che la pratica infermieristica richiede abilità sia per la cura del “corpo”( clinica medica, chirurgia) che quella della “psiche”.(Psichiatria, psicologia clinica e neuropsichiatria)

Programma esteso

1. La biologia come scienza: Il principio unificante della Biologia: La teoria dell’evoluzione.
2. Le basi chimiche della vita. Le macromolecole biologiche . Biologia della cellula. Procarioti ed Eucarioti. Struttura e funzione della cellula. Ciclo cellulare e riproduzione asessuata( mitosi). Riproduzione sessuale. La meiosi e i cicli sessuati. Oogenesi, Spermatogenesi e Regolazione ormonale dell’attività riproduttiva nei mammiferi. Evoluzione, conseguenze e significato adattativo della riproduzione sessuale. Investimento parentale e selezione sessuale.
3. Genetica. Mendel e l'idea di gene. Estensioni della genetica mendeliana. Eredità poligenica. Le basi cromosomiche dell’eredità: Gli esperimenti di Morgan. Cromosomi sessuali, determinazione del sesso e disordini legati al sesso. Esempi di genetica umana: aberrazioni cromosomiche; malattie autosomiche recessive e dominanti. Le basi molecolari dell’eredità: il DNA. Dal gene alla proteina: sintesi proteica e codice genetico. Mutazioni geniche.
4. I meccanismi dell’evoluzione. La teoria di Darwin. Le prove dell’evoluzione. La sintesi moderna. Il teorema di Hardy-Weinberg. Microevoluzione. Il concetto di specie e la speciazione. Macroevoluzione. Evoluzione dell’uomo. Evoluzione dei Primati. gli Ominidi e il genere Homo. Evoluzione del cervello e del linguaggio.
8. Biologia del comportamento. Cause prossime e cause remote. Istinto e apprendimento: Nature vs Nurture. Geni e comportamento. Sviluppo del comportamento. Regolazione endocrina e comportamento. Imprinting e teoria dell’attaccamento. Comportamento sociale. Medicina darwiniana e Psicologia evoluzionistica

Bibliografia

Solomon et al, Fondamenti di Biologia, EDISES

Metodi didattici

Lezioni frontali
Le lezioni sono di tipo interattivo e includono almeno uno o due seminari su argomenti centrali del corso . Questo metodo incentiva le capacità di memorizzazione , apprendimento e capacità di analisi e conoscenza degli argomenti.

Modalità verifica apprendimento

esame scritto con domande a scelta multipla.

Altre informazioni

- - -