INFERMIERISTICA IN MEDICINA SPECIALISTICA
cod. 1005072

Anno accademico 2015/16
2° anno di corso - Primo semestre
Docente
Settore scientifico disciplinare
Scienze infermieristiche generali, cliniche e pediatriche (MED/45)
Ambito
Scienze infermieristiche
Tipologia attività formativa
Caratterizzante
20 ore
di attività frontali
2 crediti
sede: -
insegnamento
in - - -

Modulo dell'insegnamento integrato: CLINICA MEDICA

Obiettivi formativi

Scopo del corso è consentire allo studente di acquisire e conoscenze e capacità di comprensione, sulla base delle nozioni di anatomia, biologia, fisiologia, patologia generale e psicologia già acquisite in precedenza, su:
 I fenomeni fisiopatologici che caratterizzano i seguenti problemi prioritari di salute: Diabete mellito, Ictus cerebrale, Scompenso cardiaco
 L’organizzazione di processi assistenziali con particolare riferimento all’importanza dei percorsi assistenziali in cui può essere inserito il paziente
 La competenza infermieristica e il ragionamento diagnostico.
L'insegnamento ha anche l'obiettivo di conferire capacità di giudizio nell'inquadramento generale del paziente, di dotare di strumenti di corretta comunicazione e di fornire la base per ulteriori approfondimenti.

Prerequisiti

- - -

Contenuti dell'insegnamento

Pianificazione dell'assistenza in specifici casi clinici (diabete mellito, ictus cerebrale, scompenso cardiaco). Applicazione delle conoscenze sulle patologie, individuazione dei problemi prioritari, degli esiti, definizione degli obiettivi e impostare programmi di monitoraggio.

Programma esteso

Pianificazione di casi clinico-assistenziali per i quali gli studenti devono:
Descrivere la patologia: cenni di anatomia e fisiologia, definizione, eziologia, fattori predisponenti, segni e sintomi, complicanze, principali indagini diagnostiche e trattamento
Individuare i problemi prioritari del paziente
Individuare gli esiti NOC (Nursing Outcomes Classification)
Definire gli obiettivi a breve, medio e lungo termine in modo realistico per il paziente, congrui con il problema, misurabili e temporizzati
Descrivere gli interventi di valutazione e monitoraggio e gli interventi assistenziali autonomi e collaborativi necessari per il raggiungimento degli obiettivi prefissati.
I casi presi in considerazione sono i seguenti: diabete mellito, ictus cerebrale, scompenso cardiaco.

Bibliografia

• Sasso L., Gamberoni L., Marmo G., Rocco G., Tibaldi L. “Infermieristica generale e clinica per problemi prioritari di salute”, Casa Editrice McGraw-Hill, Miano 2003

• Casati G., “Il percorso assistenziale del paziente”, McGraw-Hill, Milano 2002

• Vanhaecht K, Bollmann m , Bower K, Gallagher C, Gardini A, Guenzo J, Jansen U, Massoud R, Moody K, Sermeus W, Van Zelm R, Whittle C, Yazbeck AM, Zander K, Panella M, Prevalence and Use of Clinical Pathways in 23 Countries – An International Survey by the European Pathway association, Journal of Integrated Care Pathways 2006; 10:28-34

• Judith M. Wilkinson, “Processo infermieristico e pensiero critico”, Casa Editrice Ambrosiana, Milano, 2003.
• Lynda Juall Carpenito, “Piani di assistenza infermieristica e documentazionei”, Casa Editrice Ambrosiana, 2a edizione, Milano, 2011.

• Lynda Juall Carpenito-Moyet, “diagnosi infermieristiche – applicazione alla pratica clinica”, Casa Editrice Ambrosiana, 4a edizione Milano, 2009.

• M. Johnson, G. Bulechek, J. McCloskey Dochterman, M. Maas, S. Moorhead, “Diagnosi infermieristiche, risultati, interventi – collegamenti NANDA, NOC, NIC”, Casa Editrice Ambrosiana, Milano, 2005.

• Claudio Rugarli, “Medicina interna sistematica”, Casa Editrice Masson, 6a edizione, Trento, 2010

Metodi didattici

Lezioni frontali e interattive con l’utilizzo di supporti audiovisivi, discussione in aula con gli studenti; Problem Based Learning.

Modalità verifica apprendimento

Prova orale su tutto il programma, in unica seduta con gli altri insegnamenti del Corso Integrato di Clinica Medica. Saranno oggetto di valutazione: la conoscenza e la comprensione degli argomenti trattati nel corso, tramite domande riguardanti i contenuti del corso; il raggiungimento degli obiettivi di competenza nell'applicare le conoscenze acquisite tramite domande sulla pianificazione dell'assistenza in specifici casi clinici; la capacità di ragionamento sulle problematiche infermieristiche, l'acquisizione di un linguaggio corretto e l'eventuale elaborazione personale sui temi trattati. La votazione sarà concordata tra i membri della commissione, in base alla votazione ottenuta in ogni insegnamento.

Altre informazioni

- - -