PATOLOGIA GENERALE
Partizione: PIACENZA

Anno accademico 2013/14
1° anno di corso -
Docente
BONELLI Mara
Settore scientifico disciplinare
Patologia generale (MED/04)
Campo
Ambito aggregato per crediti di sede
Tipologia attività formativa
Base
30 ore
di attività frontali
3 crediti
sede: PIACENZA
insegnamento
in - - -

Partizione: PATOLOGIA GENERALE

Obiettivi formativi

Consentire allo studente di conoscere e comprendere, a livello di base, i meccanismi di proliferazione e morte cellulare e loro alterazioni nella biologia dei tumori, la patogenesi delle principali malattie su base genetica e metabolica, i fenomeni di risposta al danno, i meccanismi essenziali della risposta immunitaria e delle sue alterazioni con particolare riferimento alle applicazioni in medicina trasfusionale ed agli aspetti di interesse infermieristico. Il corso ha lo scopo di consentire allo studente di applicare la conoscenza e la comprensione acquisita nell’ambito della futura attività professionale.

Prerequisiti

- - -

Contenuti dell'insegnamento

Alterazioni della crescita e del differenziamento cellulare, morte cellulare, oncologia cellulare e molecolare, malattie genetiche, metaboliche e cenni di fisiopatologia.
Sangue, emopoiesi e componenti del sistema immunitario innato e acquisito. Infiammazione acuta e cronica, immunopatologia, immunoematologia e medicina trasfusionale.

Programma esteso

Patologia e Fisiopatologia

Basi biologiche. Proliferazione e differenziamento cellulare. Morte cellulare per necrosi ed apoptosi. Adattamenti cellulari della crescita e del differenziamento: iperplasia, ipertrofia, aplasia, metaplasia, displasia.
Tumori: classificazione e nomenclatura, differenze tra tumori benigni e maligni; cause dei tumori, cenni di oncologia molecolare, invasività e metastasi; patogenesi delle malattie neoplastiche, grading e staging.
Il sangue: Composizione e cellule. Fisiopatologia generale del sangue. Anemie. Leucemie e linfomi.
Patologia genetica: mutazioni; malattie monogeniche (con esempi di malattie autosomiche dominanti, autosomiche recessive, legate al sesso); anomalie cromosomiche.
Patologia dell'emostasi: fasi dell'emostasi; malattie emorragiche; trombosi ed embolie; infarti.
Infiammazione: segni e fenomeni dell'infiammazione acuta, meccanismi di formazione dell'essudato; tipi di essudato; fagocitosi; infiammazione cronica e granulomi; ascessi e ulcere; mediatori chimici dell'infiammazione; effetti sistemici dell'infiammazione e la febbre; riparazione tissutale.
Malattie multifattoriali (aterosclerosi, diabete mellito).

Immunologia
Immunità innata ed immunità acquisita: distinzione e cooperazione.
Antigeni ed anticorpi. Interazione antigene-anticorpo. Recettori linfocitari. Il complesso maggiore di istocompatibilità (MHC). Processazione dell'antigene esogeno ed endogeno.
Anatomia funzionale della risposta immunitaria. Attivazione linfocitaria e funzioni effettrici dei linfociti. Risposta primaria e secondaria. Vaccinazione. Difese immunitarie contro le infezioni.
Reazioni di ipersensibilità. Immunodeficienze primarie e secondarie. Infezione da HIV. Autoimmunità.

Elementi di Immunoematologia
Gruppi sanguigni. Il sistema AB0. Il sistema Rh. Altri sistemi gruppo ematici. La malattia emolitica del neonato. Prelievo di sangue per uso trasfusionale ed emocomponenti. Complicanze trasfusionali. Trapianto di midollo osseo.

Bibliografia

- J. Maier e Mariotti “Elementi di Patologia Generale e Fisiopatologia” McGraw-Hill

- G.M. Pontieri “Elementi di Patologia Generale” III ed., Piccin

- V. Del Gobbo "Immunologia per le lauree sanitarie" III ed., Piccin

Metodi didattici

Durante le lezioni frontali verranno presentati e discussi gli argomenti indicati nel programma cercando di coinvolgere lo studente affinchè possa essere parte attiva della lezione.

Modalità verifica apprendimento

L’accertamento del raggiungimento degli obiettivi previsti dal corso prevede un esame orale. Mediante domande riguardanti i contenuti del corso verrà accertato se lo studente ha raggiunto l’obiettivo della conoscenza e della comprensione dei contenuti e se ha raggiunto l’obiettivo di applicare le conoscenze acquisite.

Altre informazioni

- - -