Tirocini

L'Università di Parma promuove i tirocini curriculari al fine di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro e la realizzazione di momenti di alternanza tra studio e lavoro.

Il tirocinio curriculare integra e completa il percorso formativo dello studente e della studentessa mediante lo svolgimento di attività pratiche che, in base a quanto previsto dal Regolamento Didattico del proprio corso di studio, possono essere svolte in strutture interne all'Università o esternamente presso qualificati enti pubblici e privati con i quali l'Ateneo abbia stipulato appositi accordi.

Il tirocinio coinvolge tre soggetti: lo/la studente studentessa, il soggetto promotore (l'Università di Parma) e quello ospitante (azienda o ente) presso cui l'attività viene svolta sotto la guida di un/una tutor universitario/a, un/una docente dell'Ateneo, e di un/una tutor aziendale.

Il tirocinio curriculare non costituisce premessa per un rapporto di lavoro fra il/la tirocinante e la struttura ospitante né può essere sostitutiva di manodopera aziendale o di prestazione professionale.

Descrizione in breve dei tirocini formativi curriculari

Il piano degli studi del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Informatiche prevede lo svolgimento di un tirocinio formativo per 6 CFU, corrispondenti a 150 ore di impegno dello studente (1 CFU = 25 ore).

Il tirocinio dovrà essere coerente con gli obiettivi formativi previsti dal Corso di Studi Magistrale in Scienze Informatiche e finalizzato alla maturazione scientifica e professionale dello studente.

Potrà essere sostenuto presso strutture esterne (tirocini esterni), con le quali l’Ateneo stipulerà un’opportuna convenzione prima dell’inizio dell’attività di tirocinio, o Dipartimenti o altre Strutture dell’Ateneo (tirocini interni) oppure presso Atenei esteri all’interno di programmi di scambio in mobilità internazionale (ad es. programmi Erasmus o Overworld)

Coerentemente con quanto previsto dalle procedure in atto nell’Ateneo, a ogni tirocinio formativo sono assegnati due tutor: un tutor della struttura ospitante e un tutor accademico.

Il tutor della struttura ospitante è nominato autonomamente dalla struttura ospitante e ha il compito di mettere lo studente in grado di affrontare il tirocinio e di seguirlo nelle sue attività.

Il tutor accademico è un docente del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Informatiche e ha il compito di seguire gli aspetti formativi del tirocinio.

La struttura, interna o esterna, che intende ospitare un tirocinio formativo propone uno o più progetti di lavoro allo studente, che li sceglierà coadiuvato dal tutor accademico.

Cosa fare per svolgere il tirocinio

La richiesta di Tirocinio, preventivamente sottoposta all'approvazione da parte del tutor accademico, potrà essere presentata dallo studente al Consiglio di Corso di Studi non prima dell'inizio del secondo anno di corso, dopo aver acquisito almeno 54 CFU oppure dopo avere acquisito tutti i CFU previsti dal piano degli studi per il primo anno di corso.

La richiesta deve includere certificazione dello svolgimento della formazione in materia di sicurezza sul lavoro (attività formativa in materia di sicurezza sul lavoro, svolta in ottemperanza al combinato disposto dal D.Lgs. 81/08 e dall'accordo Stato-Regioni del 25 luglio 2012).

Per l’attivazione di tirocini esterni o interni sarà utilizzata la procedura informatica tramite il portale unipr.esse3.cineca.it alla sezione Tirocini e stage.

Il tutor aziendale, è il responsabile che inserisce il tirocinio proposto. Lo studente seleziona il tirocinio dal portale esse3 e indica il tutor accademico. Il tutor, presa visione del progetto, lo approva e lo manda tramite il portale al Servizio Tirocini Formativi dell’Ateneo per l’approvazione da parte del Magnifico Rettore.

Per i tirocini esterni è necessaria la stipula di una convenzione tra l’Università e la struttura che ospita lo studente. In caso la struttura ospitante non sia ancora convenzionata, ovvero in caso la convenzione non sia più attiva, è necessario procedere alla stipula della convenzione secondo la procedura reperibile sulla pagina del Servizio Tirocini Formativi del sito dell’Ateneo.

Dal momento in cui si invia il progetto formativo al Servizio Tirocini Formativi al momento di inizio del tirocinio devono trascorrere almeno quindici giorni necessari per il completamento della procedura e per l’attivazione della copertura assicurativa. In ogni caso, le attività del tirocinio non potranno attivarsi prima della convalida della richiesta da parte del Magnifico Rettore.

E’ possibile monitorare l’evoluzione della pratica tramite il portale esse3.

L’attività di tirocinio potrà costituire argomento della Prova Finale del piano di studi.

 

Contatti utili

Referente prof. Roberto Alfieri

e-mail: roberto.alfieri@unipr.it Tel. 0521.90 6214

Per informazioni di tipo amministrativo, rivolgersi al Servizio Tirocini Formativi, P.le S. Francesco, 3
Dott.ssa Roberta Donaera  
E-mail: roberta.donaera@unipr.it - tirocini@unipr.it
Tel. 0521.902930

Per la procedura on-line collegarsi a www.unipr.it quindi seguire il path: 
Servizi>Servizi per lo studio>Tirocini e stage>tirocini curriculari>procedura per gli studenti 

Seguire le istruzioni evidenziate nella “GUIDA PRATICA PER LO STUDENTE”
NOTA: Il tirocinio ha inizio dopo che il tutor accademico ha accettato il progetto formativo presentato dal soggetto proponente.

 

Formazione in materia di sicurezza

Tutti gli studenti iscritti al Corso di Laurea Magistrale in Scienze Informatiche sono tenuti a svolgere la formazione in materia di sicurezza.

Per l'a.a. 2023/24 è stata avviata la formazione in materia di salute e sicurezza per gli studenti sulla nuova piattaforma Elly sicurezza 2023 al link https://elly2023.sicurezza.unipr.it/

Tutte le informazioni sui corsi disponibili e sulle modalità di fruizione sono disponibili alla pagina del Servizio Formazione per la Prevenzione e Sicurezza sul Lavoro al link Formazione in materia di Salute e Sicurezza | Università degli studi di Parma (unipr.it) 

Per il Corso di Laurea Magistrale in Scienze Informatiche sono richiesti i primi due moduli: 

  • Modulo 1- Formazione Generale (4h) 
  • Modulo 2- Formazione specifica Rischio Basso (4h). 

Gli attestati di corsi pregressi vengono ritenuti validi solo nei seguenti casi: 

  • se gli attestati sono stati rilasciati dall’Università di Parma 
  • se gli attestati dei moduli 1 e/o 3 sono stati rilasciati dall’Università di Modena e Reggio Emilia, in quanto medesimi dell’Università di Parma; il modulo 2, invece, è specifico di UniPR. 

In tutti gli altri casi non è previsto l’esonero dai moduli formativi sulla sicurezza erogati da UniPr. 

Gli attestati hanno una validità di 5 anni.

La stampa e la conservazione dell’attestato di frequenza è a cura dello studente. Si può produrre in autonomia dopo aver superato il test ed eventualmente mostrare in caso di richiesta. 

Si rammenta che gli studenti che non sono in possesso degli attestati di frequenza al corso in materia di sicurezza non potranno avviare la procedura per lo svolgimento del Tirocinio formativo e neanche di iscrizione all'esame di Laurea.

Riconoscimento attività lavorativa come tirocinio formativo

Il Consiglio di Corso di Studi in Informatica offre la possibilità agli studenti che abbiano maturato una significativa esperienza professionale nell’ambito dell’Informatica di richiederne il riconoscimento come tirocinio formativo.

Lo studente deve inviare la richiesta di riconoscimento al prof. Vincenzo Bonnici all'indirizzo mail vincenzo.bonnici@unipr.it 

La richiesta di riconoscimento potrà essere presentata negli stessi termini previsti per il tirocinio formativo.
In particolare, va presentata non prima dell'inizio del terzo anno di corso, dopo aver acquisito almeno 120 CFU oppure dopo avere acquisito tutti i CFU previsti dal piano degli studi per i primi due anni di corso.

Alla richiesta va allegato un CV aggiornato, una dichiarazione del datore di lavoro sullo svolgimento dell’attività lavorativa.
In caso di lavoro come libero professionista è richiesta una autocertificazione dello svolgimento dell’attività lavorativa. Inoltre la richiesta deve includere la certificazione dello svolgimento della formazione in materia di sicurezza sul lavoro.

Il Consiglio formula un parere sull’opportunità di riconoscere l’attività professionale descritta dallo studente nella richiesta sulla base della coerenza con i fini e le modalità del Corso di Studi e su ogni altro criterio ritenuto significativo. L’eventuale accoglimento della richiesta verrà comunicato allo studente e il Presidente del Consiglio di Corso di Studi provvederà alla formalizzazione dell’acquisizione dei crediti formativi.