Scienze della Terra (sede amministrativa Parma)

Tipo Post Laurea
Dottorati di ricerca
In sintesi
Lingua
italiano/inglese
Durata
3 anni
Apertura domande
Chiusura domande
Sede
Parma
Dipartimento
Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale
Titoli o requisiti di accesso

L’accesso ai posti di dottorato è attraverso selezione pubblica. Tutte le informazioni e requisiti sono contenuti nel relativo bando di concorso di ammissione.

vedi il bando di concorso per l'ammissione al prossimo 38° ciclo - a.a. 2022/2023 - inizio corsi 1 novembre 2022.

Sito
Link al bando
Ulteriori informazioni
Tematiche di ricerca

L'obiettivo principale del Corso di dottorato in Scienze della Terra è quello di fornire percorsi didattici e di ricerca di elevata qualificazione nell'ambito di numerosi Settori Scientifico Disciplinari propri delle Geoscienze. Tale obiettivo sarà conseguito mediante: (i) lo sviluppo di ricerche avanzate su tematiche che hanno, in molti casi, anche una valenza in campo applicativo, (ii) lo sviluppo di seminari di approfondimento, tenuti anche da docenti esterni al Collegio docenti, italiani e stranieri. Queste ricerche hanno il vantaggio ulteriore di consentire ai futuri dottori di ricerca di eccellere anche nel mondo professionale e dell'industria, espandendo gli sbocchi professionali del corso di dottorato. Lo spessore delle attività didattiche e sperimentali è tale da fornire ai dottorandi capacità professionali in linea con i più elevati standard internazionali, sia nel campo della ricerca, sia nel campo dell'industria.
Data l’eterogeneità degli argomenti inerenti alle scienze della Terra, sono previste attività didattiche obbligatorie comuni (corsi specifici) per 20 ore annue; i crediti verranno acquisiti in un percorso fortemente flessibile e definito congiuntamente con il tutore ed il Collegio.
L’attività didattica sia disciplinare che interdisciplinare è acquisita con la frequenza di corsi universitari in sede o fuori sede, di scuole, workshop e/o seminari.
Il numero di crediti complessivi da conseguire nel triennio è di almeno 180 CFU, con possibilità di superamento. Ogni anno il dottorando potrà ottenere al massimo 55 CFU all’anno per l’attività di ricerca. Durante il triennio, occorre conseguire almeno 20 CFU in attività formative, in aggiunta alle attività di ricerca.
I crediti formativi saranno così attribuiti:
attività di ricerca - 5 CFU/mese, max 55/anno
corsi universitari - crediti previsti nel corso
scuole, workshop, ecc. - 1 CFU/5 ore
seminario, lezione individuale - 0.2 CFU/ora
Le attività interdisciplinari saranno prevalentemente focalizzate su tematiche relative al reperimento e sfruttamento sostenibile d;i georisorse fluide e solide e ai rischi geologici e ambientali; in quest'ottica coinvolgeranno aspetti geologico-stratigrafici, geologico-strutturali, paleontologici, geomorfologici, idrogeologici, geochimici, geofisici e mineralogico-petrografici. Sono previste attività di perfezionamento informatico, mediante l'applicazione di software di livello avanzato, concepiti per affrontare e risolvere problemi geoambientali e geostatistici. E' previsto anche il coinvolgimento diretto dei dottorandi (a) nelle diverse fasi di progettazione e presentazione di progetti di ricerca nei diversi ambiti di finanziamento esistenti, nonché (b) nella redazione di report e pubblicazioni scientifiche.
  

Coordinatore

Prof. Marco Roveri

T. 0521 905354 E. marco.roveri@unipr.it