MODULO A: SVILUPPO COGNITIVO-LINGUISTICO
cod. 1011712

Anno accademico 2023/24
1° anno di corso - Secondo semestre
Docente
Dolores ROLLO
Settore scientifico disciplinare
Psicologia dello sviluppo e psicologia dell'educazione (M-PSI/04)
Ambito
"psicologia dello sviluppo e dell'educazione"
Tipologia attività formativa
Caratterizzante
42 ore
di attività frontali
6 crediti
sede: UNIMORE
insegnamento
in ITALIANO

Modulo dell'insegnamento integrato: PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO

Obiettivi formativi

1. Conoscenza e capacità di comprensione. Gli studenti dovranno raggiungere una buona conoscenza delle basi teoriche e metodologiche della psicologia dello sviluppo cognitivo e linguistico.
2. Capacità di applicare conoscenza e comprensione. Gli studenti dovranno essere in grado di utilizzare le conoscenze teoriche acquisite per spiegare lo sviluppo della cognizione e del linguaggio nell’infanzia.
3. Autonomia di giudizio. Gli studenti dovranno sviluppare capacità critica e di riflessione sui problemi metodologici e sulle relazioni tra le specifiche posizioni teoriche e i recenti risultati empirici.
4. Abilità comunicative. Gli studenti dovranno acquisire la capacità di discutere criticamente i concetti di normalità e patologia riferiti allo sviluppo cognitivo e di identificare i confini tra psicologia e neuropsicologia dello sviluppo.
5. Capacità di apprendimento. Gli studenti dovranno essere in grado di apprendere i più recenti approcci teorici e le principali tecniche di indagine della neuropsicologia dello sviluppo.

Prerequisiti

nessuno

Contenuti dell'insegnamento

L’obiettivo del corso è quello di “dotare” gli studenti di adeguate conoscenze relative alle basi teoriche e metodologiche della psicologia dello sviluppo cognitivo e linguistico. Ci si aspetta che gli allievi diventino capaci di identificare i concetti-chiave alla base delle diverse teorie dello sviluppo e di raccordarli con le metodologie adeguate. Nello specifico ci aspettiamo che gli studenti discutano i processi chiave e i quattro stadi della teoria di Piaget; identifichino i concetti importanti della teoria di Vygotskij e di quella piagetiana confrontandole; definiscano l’ambito del linguaggio e i suoi ruoli descrivendo come si sviluppa; discutano i contributi biologici e ambientali allo sviluppo del linguaggio e del pensiero; valutino come linguaggio e cognizione sono collegati.
Particolare attenzione verrà riservata alle metodologie di valutazione dello sviluppo e di osservazione del bambino.

Programma esteso

- - -

Bibliografia

Santrock, J. W. (2021). Psicologia dello sviluppo. Milano: Mc Graw-Hill
Rollo, D. e Fogassi, L. (2018). L'altro sono io. Milano: Edizioni San Paolo.

Metodi didattici

Il corso propone una didattica in modalità blended con lezioni in presenza e lezioni on line, tutte fruibili via web.
A lezione gli argomenti vengono trattati nei loro aspetti generali e secondo un ordine che non rispecchia necessariamente quello dei capitoli del libro.

Modalità verifica apprendimento

La verifica prevede un esame orale di circa 3/4 domande, tra cui una a
scelta. Le domande sono finalizzate a valutare le conoscenze e le
competenze acquisite, l’autonomia di giudizio, la capacità di comunicare
e di applicare le competenze alla realtà. L'esame prevede un punteggio
in trentesimi. Lo studente supererà l'esame se otterrà almeno il
punteggio minimo (18/30) in almeno 2 delle 3 domande.
La valutazione avviene secondo i seguenti criteri:
1) Competenze contenutistiche ovvero quanto dettagliatamente il
candidato affronta il tema: fino a 10 punti
2) Competenze espositive, ovvero quanto preciso è il linguaggio usato dal
candidato per esporre i concetti: fino a 10 punti
3) Competenze argomentative, ovvero quanto risulta coerente e logica la
concatenazione dei concetti esposti: fino a 10 punti.
Nel caso in cui il peggioramento dell'emergenza sanitaria in atto (Covid-
19) non rendesse possibile svolgere gli esami in presenza, la prova si
svolgerà per tutti a distanza, oralmente, su Teams.

Altre informazioni

- - -