ELEMENTI DI ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
cod. 1003446

Anno accademico 2011/12
1° anno di corso - Secondo semestre
Docente
Settore scientifico disciplinare
Storia dell'arte moderna (L-ART/02)
Field
Attività formative affini o integrative
Tipologia attività formativa
Affine/Integrativa
50 ore
di attività frontali
4 crediti
sede: -
insegnamento
in - - -

Modulo dell'insegnamento integrato: STORIA DELL'ARTE E DELL'ARCHITETTURA CONTEMPORANEA

Obiettivi formativi

Il compito istituzionale è di offrire agli studenti del primo anno un’illustrazione per linee generali delle vicende dell’arte e dell’architettura occidentali tra XVIII e XX secolo. È l’arco di tempo in cui si sviluppano il mondo e la sensibilità dell’età contemporanea, un ampio e variegato periodo ricco di trasformazioni del modo di interpretare il mondo e il ruolo dell’arte e dell’architettura nella società.
Nella consapevolezza del ruolo fondamentale assunto dalla storia dell’architettura nella formazione intellettuale e nella pratica professionale di ogni architetto, l’obiettivo primario del corso integrato è di procurare i basilari strumenti storico-critici e bibliografici per l’analisi e per la comprensione dei principali movimenti, risultati e protagonisti di questo fondamentale periodo, che richiede approcci multipli e metodi d’analisi differenziati, pur nel costante rispetto dell’unità della storia.

Prerequisiti

- - -

Contenuti dell'insegnamento

Obiettivi e contenuti del Corso
Il compito istituzionale è di offrire agli studenti del primo anno un’illustrazione per linee generali delle vicende dell’arte e dell’architettura occidentali tra XVIII e XX secolo. È l’arco di tempo in cui si sviluppano il mondo e la sensibilità dell’età contemporanea, un ampio e variegato periodo ricco di trasformazioni del modo di interpretare il mondo e il ruolo dell’arte e dell’architettura nella società.
Nella consapevolezza del ruolo fondamentale assunto dalla storia dell’architettura nella formazione intellettuale e nella pratica professionale di ogni architetto, l’obiettivo primario del corso integrato è di procurare i basilari strumenti storico-critici e bibliografici per l’analisi e per la comprensione dei principali movimenti, risultati e protagonisti di questo fondamentale periodo, che richiede approcci multipli e metodi d’analisi differenziati, pur nel costante rispetto dell’unità della storia.

Programma esteso

- - -

Bibliografia

Bibliografia:
Si consiglia – a frequentanti e non frequentanti – la lettura e l’utilizzo di un manuale di riferimento. Titoli consigliati:
1. G. Dorfles, S. Buganza, J. Stoppa, Storia dell’arte: dal Quattrocento al Settecento, Atlas 2004 (da studiare a partire dalla seconda metà del Seicento);
2. G. Dorfles, Storia dell’arte: l’Ottocento, vol. 3, Atlas 2004;
3. G. Dorfles, A. Vattese, Storia dell’arte: il Novecento, vol. 3, Atlas 2004.

Ai frequentanti è richiesto lo studio di uno a scelta dei seguenti titoli (per uniformità nel numero di pagine, alcuni punti assommano due testi); ai non frequentanti è richiesto lo studio di almeno due a scelta dei seguenti volumi:

1. F. Haskell, Le immagini della storia. L’arte e l’interpretazione del passato, Torino, Einaudi, 1997;
2. A. Pinelli, Il Neoclassicismo nell’arte del Settecento, Roma, Carocci, 2005 + A. Pinelli, Primitivismi nell’arte dell’Ottocento, Carocci 2005;
3. V. Farinella, S. Panichi, L’eco dei marmi, Roma, Donzelli, 2003+ L. Barroero, Le arti e i lumi. Pittura e scultura da Piranesi a Canova, PBE Torino 2011
4. Il simbolismo in Italia, catalogo della mostra (Padova) a cura di M. V. Marini Clarelli, F. Mazzocca, C. Sisi, Marsilio 2011
5. J. Clair, Il nudo e la norma, Milano, Abscondita, 2008 + T. Savatier, Courbet e “l’origine del mondo”. Storia di un quadro scandaloso, Milano, Medusa Edizioni, 2008;
6. F. Arcangeli, Giorgio Morandi. Stesura originaria inedita, Torino, Allemandi, 2006;
7. W. Hauptman, Ingres, Milano, 5 Continents, 2006;
8. Michelangelo nell’Ottocento. Rodin e Michelangelo, catalogo della mostra (Firenze, Casa Buonarroti 1996), a cura di M.M. Lamberti e C. Riopelle, Milano-New York, Charta, 1996 + L. Ficacci, Francis Bacon e l’ossessione di Michelangelo, Milano, Electa, 2008;
9. G. Lista, Medardo Rosso. Scultura e fotografia, Milano, 5 Continents, 2004;
10. Paul Valery, Degas, danza disegno, Milano, SE, 1990 + H. Focillon, Vita delle forme, Torino, Einaudi, 1993;
11. F. Bardazzi, Cézanne a Firenze, Milano, Electa, 2007 + S. Lapenta (a cura di), Cézanne, Rizzoli\Skira Milano 2005
12. M. Doran, Cézanne. Documenti e interpretazioni, Donzelli Roma 1995;
13. H. Matisse, Scritti e pensieri sull’arte, Milano, Ascondita, 2003;
14. P. Boulez, Il paese fertile. Paul Klee e la musica, Milano, Abscondita, 2004 + W. Worringer, Astrazione e empatia, Torino, Einaudi, 1995;
15. A.C. Danto, La trasfigurazione del banale. Una filosofia dell’arte, Roma-Bari, Laterza, 2008 + A. C. Danto, Andy Warhol, Torino, Einaudi 2009
16. A.C. Danto, Dopo la fine dell’arte. L’arte contemporanea e il confine della storia, Milano, Bruno Mondadori, 2008.
17. G. Dorfles, Simbolo, comunicazione, consumo, Torino, Einaudi, 1980+ A. C. Danto, Andy Warhol, Torino, Einaudi 2009
18. N. Warburton, La questione dell'arte, Torino, Piccola biblioteca Einaudi, 2004 + Arte contemporanea; le ricerche internazionali dalla fine degli anni ’50 a oggi, Milano, Electa, 2007;

Metodi didattici

Lezioni istituzionali in aula con proiezioni di immagini e di filmati; visite a musei e monumenti; eventuali seminari d’approfondimento tenuti da specialisti appositamente chiamati.

Modalità verifica apprendimento

er gli stude frequentanti la valutazione consisterà in una prova orale, inerente specificamente i temi trattati nel corso e quelli compresi nei manuali consigliati per entrambi i moduli; la prima domanda verterà sull’approfondimento di almeno un argomento a scelta del candidato, al quale saranno anche richieste elementari esemplificazioni grafiche e il riconoscimento visivo di un’opera d’arte.
Gli studenti non frequentanti dovranno invece dimostrare un’appropriata conoscenza dei principali argomenti connessi all’arco cronologico in esame, trattati dalla manualistica indicata per entrambi i moduli e da almeno due monografie da scegliere tra quelle elencate dal modulo Elementi di arte moderna e contemporanea e due tra quelle di Storia dell’Architettura contemporanea.

Altre informazioni

Frequenza degli studenti
La frequenza è vivamente consigliata, poiché si tratta di un corso fondamentale del curriculum e fornisce contenuti e strumenti basilari per diversi esami successivi. Soltanto nel caso di studenti impossibilitati a frequentare da validi e certificati motivi (ad esempio gli studenti lavoratori), è previsto un programma apposito più ampio da concordare preventivamente con la docenza.

Ricevimento e assistenza via e-mail
Durante il periodo di svolgimento del corso, sarà possibile contattare i docenti direttamente a lezione oppure via e-mail:
e.fadda1@inwind.it; elisabetta.fadda@unipr.it