LABORATORIO DI PROGETTAZIONE SOCIALE
cod. 1007274

Anno accademico 2022/23
1° anno di corso - Annuale
Docente
SANDROLINI ANTONIA
Settore scientifico disciplinare
Indefinito/interdisciplinare (NN)
Campo
"altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro"
Tipologia attività formativa
Altro
37 ore
di attività frontali
6 crediti
sede: PARMA
insegnamento
in ITALIANO

Obiettivi formativi

Il corso si propone di favorire l’acquisizione e il perfezionamento delle competenze necessarie per ideare, realizzare e valutare la progettazione in ambito sociale.
- Conoscenza e capacità di comprensione
- Capacità di argomentare le principali teorie di progettazione nel sociale
- Capacità di descrivere strumenti partecipativi in coerenza con le metodologie di progettazione partecipata
- Capacità di comprensione applicata
- Connettere gli aspetti teorico-pratici proposti in aula con l’esperienza diretta sul campo
- -Autonomia di giudizio
- Capacità di elaborare in modo critico le teorie studiate
- Capacità di sviluppare abilità di analisi e intervento progettuale nei contesti sociali, educativi, di welfare comunitari
Abilità comunicative
- capacità di partecipare attivamente alla discussione di gruppo
- Capacità di apprendere
- Capacità di stilare progettazioni sociali applicate a specifici contesti di riferimento

Prerequisiti

- - -

Contenuti dell'insegnamento

La prima parte del corso prevede la trattazione degli argomenti base per favorire la costruzione di competenze per addivenire ad una “buona” capacità di progettazione in ambito sociale, nella seconda parte si faranno affondi specifici in connessione ai diversi contesti di tirocinio scelti dagli studenti

Programma esteso

Le culture organizzative dei servizi
- Il tirocinio di: ricerca – progetto – studio – operativo, connessioni e differenze
- La ricerca azione: modello e applicazioni in ambito sociale
- Tecniche narrative e progettazioni sociali
- Coordinare gruppi professionali, di lavoro, di progettazione
- La comunicazione nelle organizzazioni complesse

Bibliografia

L. Leone, M. Prezza, Costruire e valutare i progetti nel sociale, Franco Angeli, Milano, 2005

- B. Poggio, Mi racconti una storia? il metodo narrativo nelle scienze sociali, Carocci, Roma, 2004 - CAPITOLI 1,2,3,4,5,6

-Dispense/diapositive di lezione/altro materiale a disposizione degli studenti

Metodi didattici

Lezioni frontali e insegnamenti esperienziali:
- sessioni tutoriali che preparano lo studente all’esperienza di tirocinio;
- esercitazioni e simulazioni in cui si sviluppano le abilità tecniche, relazionali e metodologiche in situazione protetta prima o durante la sperimentazione nei contesti reali;
- compiti didattici, elaborati e approfondimenti scritti specifici e mandati di studio guidato.

Modalità verifica apprendimento

Prova finale orale al fine di verificare :
- conoscenza maturata dallo
studente sugli argomenti trattati
- capacità di effettuare opportuni collegamenti tra gli argomenti trattati e tra questi e l'esperienza di tirocinio
- capacità di individuare gli elementi rilevanti per una buona ed efficace progettazione sociale
- - capacità di applicare le conoscenze apprese alla pratica professionale svolta nel tirocinio
La valutazione è considerata sufficiente qualora lo studente dimostri una significativa conoscenza delle tematiche affrontate a lezione, nonché una sufficiente capacità di effettuare collegamenti e di riflettere su quanto appreso.

Nel corso dell'anno si effettueranno verifiche dell'apprendimento concernenti argomenti trattati durante le lezioni. Gli studenti, organizzati in piccoli gruppi, esporranno, tramite l'utilizzo di supporti informatici, approfondimenti delle suddette tematiche.
Tali attività gruppali riceveranno una valutazione, da 1 a 3 punti, che contribuirà a comporre il valore dell’esito dell’esame finale.


“Nell’eventuale perdurare dell'emergenza sanitaria, e a seconda dell'evolvere della stessa, l'esame di profitto potrà svolgersi o in modalità mista (ossia in presenza, ma con possibilità di sostenimento anche a distanza per gli Studenti che ne facciano richiesta al Docente), oppure solo con modalità on line per tutti (a distanza). Della modalità prescelta sarà data tempestivamente notizia sul sistema esse3 con anticipo rispetto allo svolgimento dell'esame

Altre informazioni

Testi di approfondimento:
T. Fragomeni “Conflitti. Istruzioni per l'uso. Come riconoscerli, come imparare a liberarsi dalla loro trappola, come farli diventare uno strumento di apprendimento” Anima Edizioni, Milano, 2014
A.Marradi “Raccontar Storie” Un nuovo metodo per indagare sui valori. Carrocci, Roma, 2010
M. Martello “Oltre il Conflitto”. McGraw-Hill, 2003, Milano
D. Novara “La Grammatica dei Conflitti”. Sonda, 2012, Alessandria.
E. Giovannini “L’utopia sostenibile” Laterza , 2018, Bari
M. Sclavi, L. Susskind, “Confronto Creativo - come funzionano la co-progettazione creativa e la democrazia deliberativa”, IPOC, Milano, 2016 - CAPITOLI 1, 2,3,10,11


T.E. Arnkil, J. Seikkula, “Metodi dialogici nel lavoro di rete”, Erickson, Trento,2012
J. Attali, “Prevedi la tua vita”, Salani Editore, Milano, 2016
U. De Ambrogio, C. Dessi, V. Ghetti “Progettare e Valutare nel Sociale” Carrocci Faber, Roma, 2015
E. R. Martini, A. Torti “Fare Lavoro di Comunità” Carrocci Faber, Roma, 2104
G.P. Quaglino “La vita organizzativa. Difese, collusioni e ostilità nelle relazioni di lavoro” Cortina Editore, Milano, 2004

C. Kaneklin, C. Piccardo, G. Scaratti “La ricerca-azione. Cambiare per conoscere nei contesti organizzativi, Cortina Editore, Milano 2010

ORARIO DI RICEVIMENTO
Previo contatto via mail, con il docente per fissare l'appuntamento, il ricevimento avverrà successivamente la conclusione delle lezioni