DIRITTO URBANISTICO
cod. 04778

Anno accademico 2018/19
4° anno di corso - Primo semestre
Docente
PAGLIARI Giorgio
Settore scientifico disciplinare
Diritto amministrativo (IUS/10)
Campo
A scelta dello studente
Tipologia attività formativa
A scelta dello studente
36 ore
di attività frontali
6 crediti
sede: PARMA
insegnamento
in ITALIANO

Obiettivi formativi

Offrire allo studente in una fase di grande incertezza tra vecchia disciplina e nuovo T.U. un aiuto per entrare nella logica e nel tecnicismo della materia, al fine di consentirgli la miglior assimilazione della medesima e l'acquisizione delle basi per l'approfondimento della stessa o per lo svolgimento di attività lavorativa nel settore.

Prerequisiti

Per poter sostenere l'esame di Diritto Urbanistico occorre aver superato gli esami di Istituzioni di Diritto Privato, Istituzioni di Diritto Romano, Diritto Costituzionale e Diritto amministrativo I.

Contenuti dell'insegnamento

- Profili costituzionali.
- Pianificazione urbanistica: aspetti generali.
- Pianificazione urbanistica generale di direttiva: il piano territoriale di coordinamento.
- Pianificazione urbanistica generale operativa: piano regolatore generale e programma di fabbricazione.
- Pianificazione urbanistica attuativa ordinaria spaziale: piani particolareggiati e piani di lottizzazione.
- Pianificazione temporale: programmi pluriennali di attuazione.
- Pianificazione urbanistica attuativa spaziale a finalità speciale: piano per l'edilizia economica e popolare, piani per gli insediamenti produttivi, piani di recupero, altri piani speciali.
- Gli interventi sul patrimonio edilizio esistente.
- Attività edilizia.
- Illeciti urbanistici.
- Regime della localizzazione delle opere pubbliche.
- L'espropriazione per pubblica utilità.

Programma esteso

- - -

Bibliografia

G. PAGLIARI, Corso di diritto urbanistico, V ed., Giuffrè, Milano, 2015. Parte 1; parte 2 esclusi capp. 3, 14, 16, 17; parte 3 esclusi capp. 4 e 8; parte 4 escluso cap. 2.
Oppure
P. URBANI – S. CIVITARESE MATTEUCCI, Diritto urbanistico. Organizzazione e rapporti, VI ed., Giappichelli, Torino, 2017.
E' ovviamente necessaria la consultazione di codici specialistici. A tal fine, si consiglia: Codice di diritto amministrativo (a cura di R. Chieppa), Giuffrè, Milano, 2018.

Metodi didattici

Le attività didattiche consisteranno in lezioni frontali e incontri con Tecnici (docenti di materie tecniche, ingegneri, architetti e urbanisti).
Le lezioni saranno tenute mirando al massimo coinvolgimento degli studenti, in modo da far sì che esse siano non solo una fase di illustrazione della materia, ma anche già un tempo dell’apprendimento e della preparazione dell’esame.
Nel corso dell’anno, saranno svolte esercitazioni su specifiche tematiche, soprattutto mediante lettura ed esame delle più recenti ed importanti sentenze, riguardanti la materia.

Modalità verifica apprendimento

La verifica finale consisterà in un esame orale, articolato tendenzialmente in tre domande, una per ogni parte del corso: le domande sono finalizzate a comprendere se lo studente ha acquisito sufficienti conoscenze degli aspetti fondamentali di ciascuna parte. A discrezione dello studente, l'esame sarà sostenibile in due colloqui: uno verterà sulla pianificazione; l'altro sull'attività edilizia e sull'espropriazione per pubblica utilità. Le date dei colloqui possono essere concordate con il docente.

Altre informazioni

- - -