MONITORAGGIO E CONTROLLO DELL'EDILIZIA ESISTENTE PER UNA STRATEGIA DI CONSERVAZIONE
cod. 1005402

Anno accademico 2019/20
2° anno di corso - Annuale
Docente
Settore scientifico disciplinare
Prova finale per settore senza discipline (PROFIN_S)
Ambito
Per la prova finale
Tipologia attività formativa
Lingua/Prova Finale
10 ore
di attività frontali
1 crediti
sede: PARMA
insegnamento
in ITALIANO

Obiettivi formativi

Conoscenze e capacità di comprendere:
Al termine del corso, lo studente dovrà avere acquisito una visuale ampia e critica di
metodi monitoraggio delle strutture esistenti.
Competenze:
Alla fine del percorso di studio lo studente dovrà aver sviluppato la capacità di
individuare le grandezza da monitorare negli edifici.
Autonomia di giudizio:
Al superamento dell’esame lo studente avrà sviluppato la capacità di valutare
criticamente i sistemi di monitoraggio per gli edifici storici.
Capacità comunicative:
Durante il corso, lo studente deve affinare la propria proprietà di linguaggio, con
specifico riferimento alla terminologia tecnica specifica dell’insegnamento, per
comunicare in maniera efficace e puntuale il proprio progetto.
Capacità di apprendimento:
Le tecniche di monitoraggi degli edifici storici sono soggetti ad innovazioni continue
e rapide. Pertanto, lo studente deve acquisire la capacità, una volta individuata la
problematica da risolvere, di selezionare l’intervento più idoneo anche valutando opzioni non necessariamente esposte durante il corso.

Prerequisiti

E’ utile aver frequentato il corso di Restauro, in quanto le conoscenze di base di
teoria del restauro e di caratteri costruttivi dell’edilizia storica vengono date per acquisite nello svolgimento del corso.
E’ utile avere conoscenza di programmi di disegno automatico (tipo Autocad), di
fogli di calcolo (tipo Excel) e di presentazioni multimediali (es. Powerpoint).

Contenuti dell'insegnamento

1. Le strutture
2. Monitoraggio degli edifici
3. Monitoraggio statico
4. Monitoraggio dinamico
5. Monitoraggio infrastrutture
6. Monitoraggio geotecnico

Programma esteso

- - -

Bibliografia

Slides del corso

Metodi didattici

Il corso si articola in una serie di lezione frontali,anche con l’ausilio di presentazioni
Powerpoint, e revisioni. Durante il corso sono anche organizzati seminari con
relatori esterni per approfondire alcune tematiche affrontate nel corso.

Modalità verifica apprendimento

Durante l’anno sono previste due consegne per verificare ed eventualmente
correggere in corso d’opera lo stato di avanzamento del progetto: una al termine
della fase di conoscenza e una al termine del corso.
Inoltre, le due revisioni collettive, con presentazione pubblica dei progetti,
consentono una prima valutazione della proprietà di linguaggio e delle capacità
comunicative.
Questi momenti intermedi di verifica, sebbene non abbiano una connessione diretta
con la valutazione finale, sono comunque indispensabili per dimostrare la proficua
frequenza al corso.
Per il modulo non è prevista una valutazione autonoma, ma la verifica
dell’apprendimento rientra nel complessivo esame finale del Laboratorio.

Altre informazioni

Come per tutti i laboratori, è obbligatoria la frequenza.