FILOSOFIA DEL LINGUAGGIO
cod. 1000811

Anno accademico 2019/20
2° anno di corso - Primo semestre
Docente
Settore scientifico disciplinare
Filosofia e teoria dei linguaggi (M-FIL/05)
Ambito
Discipline filosofiche
Tipologia attività formativa
Caratterizzante
60 ore
di attività frontali
12 crediti
sede: PARMA
insegnamento
in ITALIANO

Obiettivi formativi


1. Conoscenza e capacità di comprensione:
Il corso introdurrà le nozioni e i problemi fondamentali della filosofia analitica del linguaggio. Ciò permetterà agli studenti di individuare lo spazio logico in cui il dibattito è situato e lo stato della discussione contemporanea sull'argomento.

2. Capacità di applicare conoscenze e comprensione:
Tramite l’analisi di argomenti proposti dai più importanti filosofi del linguaggio novecenteschi gli studenti acquisiranno gli strumenti necessari per riconoscere, criticare e a loro volta formulare argomenti filosofici.

3-4. Autonomia di giudizio e abilità comunicative:
Gli studenti saranno incoraggiati a partecipare in modo attivo alla discussione in aula, a soppesare gli argomenti proposti per arrivare a difendere una propria posizione e formulare argomenti in suo favore.

5. Capacità di apprendere:
Agli studenti verrà insegnato a riconoscere argomenti filosofici e di darne una ricostruzione che ne espliciti i passaggi logici. In tal modo essi acquisiranno gli strumenti che permetteranno loro di approfondire altre tematiche filosofiche e di fare filosofia in modo autonomo.

Prerequisiti


Nessuno

Contenuti dell'insegnamento


Il corso offre un'introduzione ad alcune nozioni fondamentali della
filosofia del linguaggio contemporanea, in particolare quelle di significato, di riferimento e di verità.

Programma esteso


Il corso offre un'introduzione ad alcune nozioni fondamentali della
filosofia del linguaggio contemporanea, in particolare quelle di significato, di riferimento e di verità. Il contributo di filosofi come Gottlob Frege, Ludwig Wittgenstein, Rudolf Carnap e Saul Kripke allo sviluppo della filosofia del linguaggio contemporanea verrà esaminato criticamente.

Bibliografia


P. Casalegno, "Filosofia del linguaggio. Un'introduzione", Carocci Editore, Roma.
Il programma d'esame è uguale per tutti gli studenti. Per quelli non frequentanti, però, può essere utile cominciare con P. Caselegno, "Brevissima introduzione alla filosofia del linguaggio", per avvicinare alcuni temi del corso.

Metodi didattici

Lezioni frontali, con discussione in classe.

Modalità verifica apprendimento

Prova scritta, mirata a verificare l'acquisizione da parte dello studente della capacità di operare con le nozioni fondamendali della disciplina.

Criteri di valutazione:
30 e lode: eccellente, conoscenze solide, eccellenti capacità espressive, completa comprensione di concetti e argomenti.
30: molto buono, conoscenze complete e adeguate, capacità di espressione corretta e bene articolata.
27-29: buono, conoscenza soddisfacente, capacità di espressione essenzialmente corretta.
24-26: conoscenza abbastanza buona, ma non completa.
21-23: conoscenza accettabile ma superficiale. Espressione spesso non appropriata.
18-21: sufficiente.
Meno di 18: insufficiente. La preparazione presenta gravi lacune dal punto di vista dei contenuti, mancanza di chiarezza nell'esposizione, incapacità di comprendere concetti e argomenti.

Altre informazioni

- - -