PEDAGOGIA DELLA LETTURA E DELLA LETTERATURA GIOVANILE
cod. 1004592

Anno accademico 2015/16
1° anno di corso - Primo semestre
Docente
Settore scientifico disciplinare
Storia della pedagogia (M-PED/02)
Ambito
Discipline pedagogiche e metodologico-didattiche
Tipologia attività formativa
Caratterizzante
30 ore
di attività frontali
6 crediti
sede:
insegnamento
in - - -

Obiettivi formativi

Il corso, professionalizzante, si ripromette di fornire agli studenti più compiuta conoscenza dell'odierna e della trascorsa editoria per l'età evolutiva; di familiarizzarli con alcuni classici; di conferire loro competenze pedagogiche, psicologiche e didattiche atte a valutare libri per ragazzi, giornalini e altri prodotti di intrattenimento, alfabetici e non alfabetici, nei più disparati contesti educativi e in relazione alle differenti età dello sviluppo; di puntualizzare il ruolo del libro e della lettura nella società digitalica, in rapporto ai nuovi strumenti del comunicare.

Prerequisiti

Nessuno

Contenuti dell'insegnamento

Problematica socio-psico-pedagogica del libro per ragazzi e dei linguaggi non verbali della comunicazione; ruolo e funzione della lettura nella società digitalica; itinerari educativi e didattici; vecchi e nuovi generi e filoni narrativi; valutazione psico-pedagogica e didattica degli indirizzi di scrittura oggi prevalenti e delle altre proposte di intrattenimento narrativo rivolte all'età evolutiva, dal fumetto al cartoon; criteri di scelta e di valutazione del libro per ragazzi; rivisitazione pedagogica di alcuni classici per la gioventù, con uno sguardo anche all’odierna e alla trascorsa stampa periodica per ragazzi.

I
Verranno affrontate questioni fondative quale il problema dei contenuti, del linguaggio,
della comprensione e si procederà alla critica pedagogica dei tradizionali generi narrativi e
degli indirizzi di scrittura oggi prevalenti, nonché di alcuni classici della letteratura per la gioventù, con uno sguardo anche all’odierna e alla trascorsa stampa periodica per ragazzi.

Programma esteso

Problematica socio-psico-pedagogica del libro per ragazzi e dei linguaggi non verbali della comunicazione.

Il corso si ripromette di orientare gli studenti all’interno della problematica psicopedagogica del libro per il soggetto in formazione, anche in riferimento agli altri linguaggi della comunicazione, fornendo al tempo stesso adeguati strumenti di critica e di valutazione dell’odierna editoria per l’età evolutiva. Verranno affrontate questioni fondative quale il problema dei contenuti, del linguaggio, della comprensione e si procederà alla critica pedagogica dei tradizionali generi narrativi e
degli indirizzi di scrittura oggi prevalenti, nonché di alcuni classici della letteratura per la gioventù, con uno sguardo anche all’odierna e alla trascorsa stampa periodica per ragazzi.

Bibliografia

Testi in programma:
A. Nobile, Letteratura giovanile, La Scuola, Brescia, 2015
A. e C. Rodia, Sulla lettura, Levante, Bari, 2015
Un testo a scelta dello studente tra:
1) AA.VV., L'educazione tra reale e virtuale, La Scuola, Brescia, 2012, pp. 29-209
2) AA.VV., Educare nell'era digitale, La Scuola, Brescia, 2014, pp. 27-199
3) Annali di storia dell'educazione e delle istituzioni scolastiche, n. 21/2014, La Scuola, Brescia, pp. 17-118; 219-233; 321-326.

Metodi didattici

Lezione frontale, momenti seminariali, riflessioni e discussioni critiche, dimostrazione, col supporto di immagini, di testi letterari e paraletterari rispondenti alle finalità del corso.

Modalità verifica apprendimento

Esame orale.

Altre informazioni

Per gli studenti che lo desiderano, è prevista una visita, guidata dal docente, alla Fiera del libro per ragazzi di Bologna.