Management del rischio infettivo correlato all’assistenza sanitaria

Tipo Post Laurea
Master
Livello
Primo livello
Ambito
Sanità
In sintesi
Anno accademico
2022/2023
Lingua
Italiano
Durata
1 anno
Apertura domande
Chiusura domande
Sede
Università di Parma Dipartimento di Medicina e Chirurgia
Dipartimento
Dipartimento di Medicina e Chirurgia
Titoli o requisiti di accesso

Lauree di I livello per le professioni sanitarie e ostetrica classe L/SNT1
Lauree di I livello per la professione di assistente sanitario e di tecnico della prevenzione, classe L/SNT4
Diplomi conseguiti in base alla normativa precedente degli appartenenti alle professioni sanitarie di cui al DM 509/99 e di cui alle Leggi26 febbraio 1999 n. 42 e 10 agosto 2000 n. 251, ritenuti validi, ai sensi dell'art. 10 della Legge 8 gennaio 2002 n 1, 
per l'accesso ai Master ed agli altri Corsi attivati dall'Università, purché in possesso del Diploma di maturità quinquennale conseguito in Italia o, per titolo conseguito all’estero, dopo almeno 12 anni di scolarità. 
Lauree in discipline umanistiche e sociali e in psicologia
Laurea a ciclo unico in medicina e chirurgia

Sito
Link al bando
Ulteriori informazioni
CFU
60
Costo
€ 2.516,00
Uditori
5
Contatto per informazioni di carattere didattico

Dott.ssa Laura Deiana e-mail: laura.deiana@unipr.it

Inizio attività didattica
Febbraio 2023
Modalità di svolgimento
Le lezioni relative agli insegnamenti verranno erogate in modalità online (sincrona). Potranno essere previsti incontri in presenza fruibili anche da remoto in modalità sincrona.
Contenuti formativi

AI termine del Master lo studente è in grado di:
Partecipare alla definizione delle politiche sanitarie e sociosanitarie a livello nazionale, regionale, locale per
tutelare la salute e la sicurezza del cittadino
Partecipare alla identificazione del rischio infettivo nei contesti sanitari e sociosanitari
Pianificare, gestire e valutare gli interventi di prevenzione, controllo, sorveglianza del rischio infettivo, in un
ambito multiprofessionale e multidisciplinare
Pianificare, gestire e valutare progetti di formazione, ricerca e innovazione nell’ambito del rischio infettivo
Garantire attività di supervisione e consulenza sul controllo del rischio infettivo basati sulle evidenze scientifiche
Gestire relazioni efficaci attraverso l’utilizzo di tecniche di comunicazione finalizzate al coinvolgimento
dell’utente, del caregiver e d egli operatori per il controllo del rischio infettivo
Utilizzare, nel controllo del rischio infettivo, metodi e strumenti per orientare le scelte e migliorare la qualità degli interventi in relazione all’evoluzione tecnologica e delle conoscenze
Promuovere il cambiamento nei diversi contesti organizzativi, favorendo l’adesione alle buone pratiche nel
controllo del rischio infettivo
Adottare strategie di autoapprendimento e aggiornamento continuo delle proprie conoscenze e competenze specialistiche

Modalità di ammissione

ordine cronologico. 

In base al Protocollo di Intesa tra il Ministero per la pubblica amministrazione e l’Università degli Studi di Parma per il rafforzamento delle conoscenze e delle competenze del personale in servizio nelle pubbliche amministrazioni, possono essere ammessi al Master 5 candidati in servizio presso le PA con un contributo di iscrizione agevolato, pari ad euro 1.766,00 (comprensivo di € 16 per bollo virtuale), anziché di euro 2.516,00. Viene quindi prevista l’applicazione di una riduzione in misura pari al 30% calcolata sulla quota di contribuzione studentesca.

 

Il candidato interessato, in fase di iscrizione al concorso online al Master, dovrà allegare obbligatoriamente in procedura informatica, oltre ai documenti previsti, anche:

  • l’autodichiarazione di essere dipendente pubblico a tempo determinato o indeterminato;
  • la relazione in cui sono esposte le motivazioni che supportano la candidatura, anche con riferimento alle particolari caratteristiche professionali del dipendente
Numero minimo iscritti
15
Numero massimo iscritti
45
Profilo professionale

Il professionista acquisisce competenze professionali specifiche cliniche, gestionali, organizzative, relazionali, operando in autonomia e in collaborazione con gli altri professionisti nei vari contesti sanitari e socio-sanitari, sia pubblici che privati.